La storia di Carmelina: ha costruito una barca per guardare la sua città dal mare

video Carmelina Di Martino nasce a Gaeta 41 anni fa, affetta da Sindrome di Down. Una cardiopatia congenita l'ha costretta nel 2018 a un intervento difficile, ma lei lo ha brillantemente superato. Da anni frequenta il Centro di Riabilitazione 'La Valle' grazie al quale, nel 2012, ha partecipato a un'attività particolare: la costruzione di una barca nel cantiere dell'Istituto Nautico 'Caboto'. Carmelina si è inserita in un gruppo di ragazzi e ragazze, con e senza disabilità, che hanno partecipato al progetto 'Capitan Uncino'. E con loro è riuscita a coronare un sogno: vedere Gaeta dal mare. Oggi 'Capitan Uncino' viene riproposto dall'Uisp in varie città, con il sostegno del bando Oso di Fondazione Vodafone. Rivedendo le foto di quella bellissima esperienza di sette anni fa, Carmelina sorride e ha voglia di costruire un'altra di barca. Ma più grande, per portarci tutti gli amici del centro della cooperativa 'La Valle'. Di Sara FicocelliVideo a cura di Martina Tartaglino

Buenos Aires, sviene sui binari mentre arriva il metrò: salva grazie all'allarme dei pendolari

video Attimi di panico a una fermata della metropolitana di Buenos Aires, in Argentina. Una donna è caduta sui binari, spinta da un uomo colpito da malore, e ha perso i sensi proprio mentre stava sopraggiungendo il convoglio. I pendolari si sono precipitati sulla banchina e con ampi gesti hanno dato l'allarme al macchinista. Fortunatamente la persona alla guida del metrò è riuscita a frenare in tempo, a pochi metri dalla donna priva di conoscenza. Alcune persone si sono così calate sui binari e la hanno tratta in salvo.  Video: Twitter/Policia de la Ciudad

Catania, i soldi delle mazzette Anas avvolti nella carta stagnola

video Fra Messina e Siracusa, le buche lungo le strade statali valgono oro, questo hanno scoperto la procura di Catania e la Guardia di finanza. L’oro delle mazzette attorno ai cantieri truffa: i lavori di manutenzione straordinaria venivano pagati con cifre a tanti zeri, ma non venivano mai eseguiti fino in fondo. All’alba è scattato un blitz del nucleo di polizia economico finanziaria di Catania: tre funzionari del compartimento Anas etneo sono finiti agli arresti domiciliari, uno in carcere, un altro è stato interdetto per un anno, ai domiciliari anche quattro imprenditori. I soldi delle mazzette sono stati trovati avvolti nella carta stagnola, nel guardaroba di uno degli arrestati. L'ARTICOLO di Salvo Palazzolo  Video: Guardia di Finanza Catania

Tommaso Paradiso con Jovanotti, Fiorello & Co. per il videoclip 'Non avere paura' - backstage in anteprima

video Fiorello, Jovanotti, Elisa Fiorella Mannoia, Federico Zampaglione, Francesca Michielin, Enrico Vanzina, Isabella Ferrari, Francesco Mandelli, Tess Masazza, Frank Matano e Cristiano Caccamo si sono uniti a Tommaso Paradiso per cantare, suonare e ballare insieme nel videoclip del suo nuovo brano 'Non avere paura' ( Island Records), uscito da poche settimane e nella top ten di tutte le classifiche radio e piattaforme digitali. In anteprima il backstage del videoclip diretto dagli YouNuts! (Antonio Usbergo e Niccolò Celaia).Video Island Records

Ultrà colpiti da Daspo a Foggia, i giocatori cantano sotto la curva: "Vogliamo i diffidati"

video Bufera a Foggia. Nasce tutto da un video, girato al termine della gara di Coppa Italia di serie D contro la Turris, che è diventato virale sui social: i calciatori rossoneri vanno sotto la curva dei propri tifosi e in coro gridano più volte "Noi vogliamo i diffidati", riferendosi agli ultrà colpiti da Daspo che non possono più entrare allo stadio. Il video finisce su Facebook ed è al vaglio della Digos. Finirà anche alla Procura federale, che dovrà valutare quali provvedimenti adottare nei confronti dei calciatori coinvolti nei cori "per i diffidati". Il Foggia, dopo la partita vinta contro la Turris, accede agli ottavi di finale, ma il rischio per la squadra è quello di una penalizzazione.Facebook/Foggia Calcio Movie

Stoichkov in lacrime in tv per lo scandalo dei cori razzisti dei tifosi della "sua" Bulgaria

video Ha esternato tutta la sua amarezza con le lacrime in diretta sulla tv messicana 'Tudn' l'ex attaccante del Barcellona e della nazionale bulgara, Hristo Stoichkov, parlando degli episodi di razzismo che hanno macchiato la partita della Bulgaria contro l'Inghilterra a Sofia, sfida valida per le qualificazioni a Euro 2020. "A questi tifosi non deve essere permesso di andare allo stadio e si potrebbero adottare anche sanzioni più pesanti, come succede in Inghilterra da anni", ha aggiunto l'ex giocatore che in Italia ha vestito la maglia del Parma. "Dovrebbero impedire loro di andare allo stadio per cinque anni, le persone non meritano di soffrire". Video: Twitter/@FutdoSulSC

Roma, raccoglie la differenziata e la butta in un'unica busta: il video incastra il netturbino

video Carta, plastica, vetro. Tutto in un unico sacco. Un netturbino romano è stato incastrato da un video ripreso con uno smartphone da un cittadino alla fermata della Stazione San Pietro mentre svuota l'immondizia riposta nella raccolta differenziata in un'unica busta della spazzatura. Il video è stato pubblicato su Facebook dalla pagina 'Riprendiamoci Roma': l'uomo, secondo quanto scritto dall'autore del video, sarebbe già stato individuato e sanzionato.  Video: Facebook/Riprendiamoci Roma

"Un minuto da senzatetto", a Bari i passanti diventano clochard per la Giornata contro la povertà

video I cartoni a terra diventano all'occorrenza letto, divano o cucinino. I passanti si fermano incuriositi e sono invitati ad accomodarsi, "Un minuto a casa mia", come recita lo slogan dell'iniziativa. In un attimo il punto di vista è rovesciato: dallo shopping all'esperienza della vita per strada, il passo è rapido e inaspettato. L'originale flash mob su via Sparano è un omaggio alla Giornata internazionale contro la povertà (anche Notte dei senza fissa dimora) organizzato dal centro diurno Area 51 e dall'unità di strada Care for People, finanziata dall’assessorato al Welfare del Comune di Bari. L'obiettivo è creare un momento di aggregazione, per superare le barriere del pregiudizio e accogliere le diversità. Davanti alla chiesa di San Ferdinando viene proiettato anche un video autoprodotto dal tema “Per me la povertà è", risultato di quattro laboratori di storytelling, prima di una cena solidale nel centro Area 51 di corso Italia. Di Silvia Dipinto

Silvio Cosolo, viaggio fotografico nell'atelier del poliedrico artista

photo

MONFALCONE. La sala conferenze della biblioteca di Monfalcone da domani -  venerdì 18 ottobre - si trasforma in una galleria d'arte per accogliere la mostra di Silvio Gualtiero Cosolo, poliedrico artista di Turriaco. Oltre a dipingere, Cosolo suona tre strumenti (clarinetto, violino, corno), costruisce arpe e coltiva instancabilmente anche la sua passione per la scrittura e la fotografia. La sua nuova esposizione, "I racconti di Silvio" (vernissage alle 17), vede le opere personali dell'artista coniugate alle raffinatissime riproduzioni di opere dei grandi maestri della storia dell’arte: Renoir, Leonardo, Caravaggio, Vermeer, Modigliani e Gauguin. Sarà visitabile fino al 16 novembre, a ingresso libero, dal lunedì al venerdì (10-13 e 15-18);  il sabato dalle 10 alle 16. Intanto queste foto di Katia Bonaventura ci permettono di fare una capatina nell'atelier dell'artista, di casa appunto a Turriaco.