Cesare Cremonini dice addio al padre: "Mi hai visto arrivare dove ho sempre sognato"

video A San Lazzaro, paesone alle porte di Bologna, era "il dottore". Per Cesare Cremonini "eri nostro padre, mio e di mio fratello Vittorio". Cremonini saluta così, con immagini sfocate della sua infanzia, suo papà Giovanni, medico di base e nutrizionista, che si è spento a 94 anni. "Dopo tutta una vita dedicata agli altri, hai visto? Oggi in tantissimi vogliono dirti grazie. Al posto mio avresti di sicuro smorzato l’emozione con uno dei tuoi proverbi. I tuoi pazienti sono stati i tuoi figli e io sono orgoglioso di essermi sentito pari a loro", scrive Cesare su Instagram. "Da ogni visita notturna tornavi con un regalo per me e mio fratello, e mi raccontavi chi erano le persone che avevi guarito. Ci hai insegnato così il valore dell’uguaglianza e della gratitudine nel fare parte di una comunità".E poi un ricordo più personale. "Mi hai visto partire da un pianoforte più alto di me, appoggiato a un muro di casa, dove mi chiedevi di suonare la sera per toglierti la stanchezza, e mi hai visto arrivare dove ho sempre sognato. Non smetterò mai di pensarti e cantarti, perché con te il mondo era più bello. Ma se una canzone che stia al posto tuo non c’è, eccola qua. È come se fossi con me. Ciao babbo. Cesare e Vittorio"A cura di Micol Lavinia Lundarivideo: Instagram/cesarecremonini

Cesare Cremonini dice addio al padre: "Mi hai visto arrivare dove ho sempre sognato"

video A San Lazzaro, paesone alle porte di Bologna, era "il dottore". Per Cesare Cremonini "eri nostro padre, mio e di mio fratello Vittorio". Cremonini saluta così, con immagini sfocate della sua infanzia, suo papà Giovanni, medico di base e nutrizionista, che si è spento a 94 anni. "Dopo tutta una vita dedicata agli altri, hai visto? Oggi in tantissimi vogliono dirti grazie. Al posto mio avresti di sicuro smorzato l’emozione con uno dei tuoi proverbi. I tuoi pazienti sono stati i tuoi figli e io sono orgoglioso di essermi sentito pari a loro", scrive Cesare su Instagram. "Da ogni visita notturna tornavi con un regalo per me e mio fratello, e mi raccontavi chi erano le persone che avevi guarito. Ci hai insegnato così il valore dell’uguaglianza e della gratitudine nel fare parte di una comunità".E poi un ricordo più personale. "Mi hai visto partire da un pianoforte più alto di me, appoggiato a un muro di casa, dove mi chiedevi di suonare la sera per toglierti la stanchezza, e mi hai visto arrivare dove ho sempre sognato. Non smetterò mai di pensarti e cantarti, perché con te il mondo era più bello. Ma se una canzone che stia al posto tuo non c’è, eccola qua. È come se fossi con me. Ciao babbo. Cesare e Vittorio"A cura di Micol Lavinia Lundarivideo: Instagram/cesarecremonini

'Io, Leonardo', Luca Argentero: "La vita del genio raccontata con i suoi pensieri"

video Luca Argentero è il protagonista di 'Io, Leonardo', il film diretto da Jesus Garces Lambert prodotto da Sky in occasione delle celebrazioni per i 500 anni dalla morte di Leonardo da Vinci. Argentero è entrato nei panni e nella mente del genio per ripercorrere le sue opere e il suo sapere da un punto di vista inedito, attraverso un dialogo continuo con se stesso. Filo rosso dell'emozionante racconto è la voce narrante di Francesco Pannofino. Al cinema dal 2 ottobre video di Rocco Giurato

Parte il percorso per la riconversione della Ferriera, Arvedi rilancia il laminatoio

article La proprietà ha confermato di volere procedere con la chiusura dell'area a caldo e di volere lavorare a un piano industriale di rilancio di quella che è l'area a freddo, annunciando un investimento di circa 150 milioni e ribadendo il "parziale riassorbimento delle maestranze eccedenti". La prossima riunione al Mise si terrà nel mese di ottobre, per discutere del nuovo piano industriale.

Imane Fadil, il legale della famiglia: "Da valutare eventuali responsabilità"

video "Rilevo che nelle conclusioni della consulenza medico legale c'è scritto che le scelte terapeutiche non sono state consone rispetto alla diagnosi fatta". Mirko Mazzali, legale della famiglia di Imane Fadil, commenta così la decisione della procura di richiedere l'archiviazione per le indagini sulla morte della giovane marocchina, coinvolta a suo tempo nel caso Ruby come testimone e parte civile. "La consulenza ha sì escluso la colpa medica, ma questo fronte delle terapie deve essere approfondito e la famiglia farà di tutto per sapere come è morta Imane". L'ipotesi di un trapianto di midollo o una terapia a base di immunosoppressori, uniche vie per curare l'aplasia midollare di cui è morta Imane, sono state scartate a suo tempo dai medici della clinica Humanitas perché ritenute troppo pericolose o dannose.di Andrea Lattanzi

Imane Fadil, il legale di famiglia non ci sta: "Forse si poteva fare di più per salvarla"

video  "Rilevo che nelle conclusioni della consulenza medico legale c'è scritto che le scelte terapeutiche non sono state consone rispetto alla diagnosi fatta". Mirko Mazzali, legale della famiglia di Imane Fadil, commenta così la decisione della procura di richiedere l'archiviazione per le indagini sulla morte della giovane marocchina, coinvolta a suo tempo nel caso Ruby come testimone e parte civile. "La consulenza ha sì escluso la colpa medica, ma questo fronte delle terapie deve essere approfondito e la famiglia farà di tutto per sapere come è morta Imane". L'ipotesi di un trapianto di midollo o una terapia a base di immunosoppressori, uniche vie per curare l'aplasia midollare di cui è morta Imane, sono state scartate a suo tempo dai medici della clinica Humanitas perché ritenute troppo pericolose o dannose.di Andrea Lattanzi

Abruzzo, l'avvincente lotta tra cervi: l'animale sconfitto scappa e perde il suo 'harem'

video Uno scontro avvincente, equilibrato e molto lungo. Nel video è possibile vedere la lotta tra due cervi maschi nel Parco Nazionale d'Abruzzo. Ad avere la meglio alla fine è il cervo sporco di fango, che prima in incrociare le corna con il suo rivale aveva nel suo "harem" sei femmine. L'altro maschio invece poteva contarne diciotto. Dopo la sua fuga si aggregheranno tutte al vincitore. Video: Facebook / Pietro Santucci, Trekking ed escursioni nel Parco Nazionale d'Abruzzo

Pd, Marcucci: "Giornata difficile". Lo scissionista Faraone: "Vogliamo che questo governo arrivi fino alla fine"

video Sono dodici gli oramai ex senatori del Pd passati a Italia Viva, la neonata creatura guidata da Matteo Renzi. "Siamo uomini anche noi, è una giornata difficile", afferma il capogruppo dem al Senato Andrea Marcucci, da sempre molto vicino al senatore di Rignano, al termine della riunione in cui sono stati ufficializzati gli abbandoni. "Nelle prossime ore presenteremo i gruppi di Italia Viva sia alla Camera che al Senato - conferma lo scissionista Davide Faraone - Un minuto dopo faremo partire questa nuova avventura". "Destibilizzare il governo? Abbiamo costituito i gruppi un minuto dopo la formazione dell’esecutivo proprio per dare stabilità. Abbiamo messo in piedi questo governo per arrivare fino alla fine", conclude.di Francesco Giovannetti