Giù dalla rampa con lo skate: la piccola Coco a un anno fa prodezze da campionessa

video Ha compiuto da poco quattordici mesi. Coco Heath di Clarkefield, nello stato di Victoria in Australia, sfreccia con lo skateboard su e giù lungo una rampa con caschetto rosa e ginocchiere. "Le ho regalato uno skate quando aveva cinque mesi e da allora si è innamorata della tavola" commenta la madre Kelly che ha postato sui social questo video diventato in poco tempo virale. (video Reuters)

Loch Ness, addio Nessie: il test del Dna esclude la presenza di grandi animali nel lago

video Uno studio realizzato da un gruppo di ricercatori dell'Università di Otago, in Nuova Zelanda, ha escluso la presenza di grandi animali nei fondali di Loch Ness, in Scozia. Nel giugno del 2018 gli scienziati hanno analizzato i Dna di 250 campioni d'acqua prelevati dal lago: sono state identificate le tracce di quasi tremila specie. "Non abbiamo trovato alcuna prova della presenza di una creatura anche lontanamente legata al plesiosauro, il rettile estinto che viene associato al mostro di Loch Ness", ha dichiarato Neil Gemmell, genetista a capo della spedizione. Grazie ai campioni è stato possibilile escludere anche la presenza di grandi animali, come storioni o squali ed è stata evidenziata una presenza massiccia di anguille. Gli avvistamenti del presunto mostro di Loch Ness, affettuosamente chiamato Nessie, cominciano in maniera assidua negli anni Trenta del Novecento. Uno dei più eclatanti è legato alla cosiddetta 'Foto del chirurgo', pubblicata nel 1934 dal giornale Daily Mail e chiamata così perché l'autore dello scatto decise di rimanere anonimo. Lo scatto che mostra un animale dal lungo collo era un falso. Si trattava infatti di un sommergibile giocattolo al quale furono applicati testa e coda. Nonostante il mistero continui ad attirare l'attenzione di molte persone, non sono mai state ritrovate prove che possano far sospettare dell'esistenza di Nessie. A cura di Mario Di Ciommo

Roma, ascensore guasto nella stazione della metro: disabile resta bloccato

video Luca Bruzzese, 25enne disabile, martedì sera è rimasto bloccato alla stazione della metropolitana C Torrenova. Sull’ascensore era appeso un cartello con scritto a penna "Fuori servizio". La sorella del ragazzo ha chiamato le forze dell’ordine e, dopo il loro intervento, l’ascensore è stato riparato. A riprendere la scena, facendo girare il video sui social (le immagini sono finite anche su Welcome To Favelas) è stato un amico del ragazzo, Claudio Di Rocca, in arte Ave Felix. L'ARTICOLO - Ascensore guasto nella metro C di Roma: disabile resta bloccato e chiama la polizia A cura dii Valentina Lupia,video: Claudio Di Rocca

Mimmo Lucano è a Riace: "Io sono tornato a casa, ma anche Salvini"

video Mimmo Lucano è tornato nella sua Riace, il centro della Locride di cui é stato sindaco fino al giorno dell'arresto, il 2 ottobre dello scorso anno. L'accusa era favoreggiamento dell'immigrazione clandestina e illeciti nell'affidamento del servizio di raccolta dei rifiuti. Ma il Tribunale di Locri ha ora revocato il divieto di dimora. Ad accoglierlo, oltre ad alcuni abitanti, un gruppo di rifugiati rimasti in paese malgrado la revoca del sistema di accoglienza. "Per prima cosa - ha aggiunto l'ex sindaco - andrò a trovare mio padre, che sta ancora male. Sono felice di essere tornato a casa. Ed è tornato a casa anche Salvini". Video di Alessandro Serranò / AGF e di Alessia Candito

Venezia 76, Nunzia De Stefano: "Con 'Nevia' racconto me stessa e la rivincita della donna"

video È ispirato all'esperienza della regista la storia di 'Nevia', il film dell'esordiente Nunzia De Stefano, presentato nella sezione Orizzonti. Ex moglie di Matteo Garrone (che ha prodotto il film), la regista ha creato un puzzle tra realtà e finzione: "Ho lavorato molto su quello che ho vissuto e anche i personaggi presenti nel film sono le donne che fanno parte della mia vita"Intervista di Arianna FinosVideo di Rocco Giurato

Venezia 76, Roberto Saviano: "Non ho molte speranze in questo nuovo governo, manca un'idea sul Sud"

video Roberto Saviano è alla Mostra del cinema di Venezia per presentare la serie 'Zerozerozero' tratta dal suo libro. Firmata da Stefano Sollima, la serie è un viaggio di un carico di cocaina attraverso tutte le tappe dal Messico all'Italia passando per Stati Uniti, Senegal. Per Saviano si tratta dell'ennesimo libro che trova forma di immagine, dopo Gomorra (sia film che serie), La Paranza dei bambini e questo progetto anche l'ultimo libro del giornalista e scrittore 'In mare i taxi non esistono' potrebbe trovare una forma audiovisiva.L'intervista di Chiara UgoliniMontaggio di Nicola Roumeliotis