Sanremo 2018, magica Laura Pausini: irrompe sul red carpet e manda i fan in delirio

video Ha intonato un suo grande successo - Come se non fosse stato mai amore - e pochi minuti dopo ha stupito tutti scendendo dal palco dell'Ariston e scendendo in platea. Ma Laura Pausini non si è fermata: ha continuato il suo concerto all'aperto, tra il pubblico che attendeva fuori dal Teatro che da sempre ospita il Festival di Sanremo mandando i presenti in visibilio. Ecco la sua esibizione

"Casapound non ci tradirà". Il presidente torinese degli esuli istriani si schiera coi neofascisti

video Sergio Vatta, presidente torinese dell'associazione nazionale Venezia Giulia Dalmazia sdogana CasaPound: “Questi ragazzi non ci tradiranno mai”. Il rappresentante degli esuli istriani, che venerdì pomeriggio era in Sala Rossa con la sindaca Chiara Appendino e la presidente dell'Anpi provinciale, Mariagrazia Sestero, per la commemorazione ufficiale delle vittime delle Foibe, questa sera è intervenuto per chiudere la fiaccolata dell'organizzazione di estrema destra che, partigiani e Partito Democratico, accusano di “neofascismo”.di Alessandro Contaldo

Sanremo 2018, Ermal Meta e Fabrizio Moro: "Cantiamo le nostre emozioni e quelle di chi ci segue"

video Passata la bufera che nei primi giorni del festival si è abbattuta sulla loro canzone, Non mi avete fatto niente, Ermal Meta e Fabrizio Moro pensano già agli impegni post-Sanremo. Moro è al lavoro sul nuovo progetto discografico e si prepara a debuttare allo Stadio Olimpico di Roma a giugno, Meta ha appena pubblicato il nuovo album, Non abbiamo armi, e ad aprile sarà in concerto al Forum di Assago "che per me è come l'Olimpico di Roma. Ma finché c'è strizza vuol dire che stai facendo bene questo lavoro"intervista di Alessandra Vitalivideo di Francis Joseph D'Costa

Il flash mob nel metrò di Milano per promuovere la Traviata

video Un flash mob lirico, con il celeberrimo coro “Libiamo nei lieti calici” intonato in un vagone della metropolitana milanese sotto gli occhi incuriositi degli altri passeggeri: così l’associazione VoceAllOpera ha deciso di promuovere la prossima messa in scena de “La Traviata” di Giuseppe Verdi, in programma dal 14 al 17 febbraio allo Spazio Teatro 89. VoceAllOpera aveva organizzato un evento analogo nel 2015 e all’epoca il video della performance aveva superato le 250mila visualizzazioni. Il nuovo flash mob, ideato dal presidente e direttore artistico dell’associazione Gianmaria Aliverta, ha avuto come protagonisti Alina Godunov nella parte di Violetta e Robert Barbaro in quella di Alfredo, accompagnati dal coro di VoceAllOperdi Lucia Landoni

Roma, candidata del centrodestra alla cerimonia per le Foibe di un'associazione fascista

video A una settimana dall'assalto di Luca Traini ai danni di sei migranti a Macerata e in occasione della giornata del ricordo delle Foibe, l'associazione fascista Azione Frontale ha svolto una cerimonia (non autorizzata) per intitolare un parchetto pubblico ad una giovane uccisa al termine della seconda guerra mondiale, Giuseppina Ghersi. "Noi fascisti? Sicuramente sì - ha rivendicato il presidente dell'associazione Ernesto Moroni -, fascisti e cattolici". E alla cerimonia hanno partecipato, senza tuttavia intervenire, alcuni esponenti del centrodestra, come la candidata alla Camera Barbara Mannucci (ed ex deputata del Popolo della libertà) e il capogruppo di Fratelli d'Italia al municipio VI Nicola Franco. "Imbarazzo per essere qui? Questo è il secondo anno che partecipo, la cosa grave è che non ci siano anche le altre forze politiche a ricordare questa giornata - ha detto Franco -. Azione Frontale si autodefinisce fascista? Problemi loro": La candidata Mannucci invece ha preferito non rispondere ad alcuna domanda.di Francesco Giovannetti

Gli operai di Pomigliano a Sanremo: "Il vero voto utile va allo Stato Sociale"

video Quando hanno visto i loro nomi sulle giacche dei ragazzi dello Stato Sociale, il giovane gruppo bolognese in corsa a Sanremo 2018, non potevano credere ai loro occhi. Così hanno invitato tutti gli operai d'Italia a votare per Lo Stato Sociale, "il vero voto utile, altro che quello del 4 marzo". E poi sono partiti per la Liguria. Ed è sbarcata a Sanremo la storia di Marco Cusano, Mimmo Mignano, Antonio Montella, Massimo Napolitano e Roberto Fabbricatore, i 5 operai Fiat che furono licenziati dallo stabilimento di Pomigliano dopo la denuncia in chiave satirica della morte di alcuni colleghi. "Il tribunale ci ha reintegrato - spiegano i tre arrivati a Sanremo - ma l’azienda non ci fa lavorare, siamo fermi a pieno stipendio, mentre chi lavora prende meno di noi. E’ pazzesco che la politica non dica nulla e siano dei cantanti a parlare della vicenda"di Giulia Destefanis