La Triestina attacca ma non segna: pari col Mestre

photo

Nelle foto di Andrea Lasorte, i vani assalti della Triestina al "fortino" edificato al Rocco dal Mestre in occasione del posticipo serale valido per il campionato di serie C. Cupo mister Sannino: la sua Unione non riesce a svoltare e a esprimere le potenzialità che le permetterebbero di ambire senza patemi alle zone alte della classifica e ai playoff. LEGGI L'ARTICOLO: Triestina con le polveri bagnate, 0-0 interno col Mestre

Il sogno americano del baby ballerino

video In aprile Edoardo Comello (a 13 anni) parteciperà a New York alla finale del concorso Youth America Grand Prix (Yagp). Non sarà solo. Perché con lui ci andrà anche Aurora Zacutti, 11 anni di Monfalcone, anche lei allieva della scuola Axis, che balla da quando ne aveva solo 4. E insieme eseguiranno un passo a due. L'articolo

Elezioni, Richetti: "Logico che incarico vada a partito che sarà primo gruppo parlamentare"

video "Per me la differenza tra vittoria e sconfitta lo fa se siamo o no il primo gruppo parlamentare", ha detto il segretario del Pd Renzi nel corso del videoforum di Repubblica Tv a proposito del risultato atteso alle prossime elezioni politiche. A margine della presentazione dei candidati dem per la corsa elettorale, il portavoce nazionale dei Democratici Matteo Richetti spiega che se il partito centrasse l'obbiettivo, punterebbe a ricevere l'incarico di formare un governo: "La decisione é di Mattarella, ma sarebbe logico che cominciasse a comporre una maggioranza chi ha maggiori possibilità di riuscirci". E sull'ipotesi di far votare gli iscritti nel caso si prospettasse l'ipotesi della grande coalizione - come stanno facendo i socialdemocratici in Germania - Richetti apre: "Il Pd ha le sue modalità per consultare gli iscritti su punti specifici" e il deputato Cesare Damiano aggiunge: "Consultare gli iscritti é sempre positivo"

A maggio arriva "Mann Hero", gli eroi di Star Wars invadono l'Archeologico

video La statua di Atlante nel Salone della Meridiana sorregge la “morte nera” anziché la volta celeste. L’Ercole Farnese rivela la sua maschera di Darth Vader e il Naoforo in bronzo della Sezione egiziana porta al collo un’immagine di Han Solo ibernato nella grafite. Le immagini, appena diffuse, rivelano solo un assaggio: Star Wars “incombe” sulle sale del Museo Archeologico di Napoli. Una mostra ad hoc, “MannHero”, ideata e curata da Ciro Sapone, ne invaderà le sale dal 4 maggio, in coincidenza con lo “Star Wars Day”. A Sapone, che tra l’altro ha lavorato con George Lucas durante le riprese italiane alla Reggia di Caserta degli episodi 1 e 2 della saga, si affianca la direzione artistica dell’archeologo Mario Grimaldi. L’iniziativa al Mann, fortemente voluta dal direttore Paolo Giulierini, rientra nelle numerose iniziative in programma nei prossimi mesi. Tra pezzi originali, proiezioni e un’apposita app (realizzata da Italian Zoetrope), l’obiettivo sarà raccontare e confrontare gli eroi del “fantasy” di oggi con quelli di ieri. Il mito degli Skywalker creato dalla penna di Lucas, è certamente ispirato alle epopee classiche: “MannHero” ne spiega il parallelismo: il fulcro dell’allestimento è dimostrare che gli eroi di qualsiasi era sono innanzitutto uomini. Ecco quindi Anakin, Luke, Leia e Rei (il cui tema musicale di John Williams accompagna il trailer dell’exhibit partenopeo) riflettersi in splendide sculture, affreschi e mosaici, sala dopo sala, verso una “galassia lontana lontana”. a cura di Paolo De Luca

Macerata, Orlando: se avesse sparato un tunisino si sarebbe subito parlato di terrorismo

video Il ministro della Giustizia Andrea Orlando, capolista Pd nel collegio plurinominale per la Camera di Piacenza-Parma-Reggio Emilia, ha preso parte all'incontro elettorale promosso dal Pd di Parma. Il Guardasigilli ha commentato i fatti di Macerata e dedicato un passaggio al tema del biotestamento dopo la prima applicazione della legge a Nuoro. Un cenno anche alle candidature nel Pd: "Non ho condiviso quanto fatto tanto che non ho partecipato al voto finale della direzione". All'incontro hanno preso parte anche gli altri candidati locali Giorgio Pagliari, Giuseppe Romanini e Paola Gazzolo. (raffaele castagno)

Sanremo 2018, Edoardo Leo al Dopofestival: "Nessun timore, tanto siamo fra amici"

video Una specie di 'gruppo d'ascolto' per commentare le serate e divertirsi insieme. Questo lo spirito con cui Edoardo Leo affronta la conduzione del Dopofestival 2018, titolo: 'Tanto siamo fra amici'. Un ruolo al quale non avrebbe mai pensato e diverso da quelli ai quali è abituato, regista e interprete di tante commedie di successo da 'Noi e la Giulia' a 'Perfetti sconosciuti' alla saga di 'Smetto quando voglio'. E visto che tanto siamo fra amici, ha voluto intorno a sé gli amici di sempre Sabrina Impacciatore, Paolo Genovese, Rolando Ravello. A dargli man forte con gli ospiti una figura più abituata alla conduzione e ai microfoni, Carolina Di Domenico di Radio Rai, mentre la platea dei giornalisti sarà animata da Rocco Tanica. L'appuntamento è (su RaiUno) alla fine delle serate al Casinò di Sanremo, trasformato per l'occasione in un night club. L'intervista di Alessandra VitaliRiprese di Francis Joseph D'Costa