Fiaccolata contro l'intolleranza: a Turriaco solidarietà e proteste

photo

Nelle foto di Katia Bonaventura, alcune fasi della fiaccolata di Turriaco, dove una molotov è stata trovata nel cortile dell'ex caserma che dovrebbe ospitare alcuni richiedenti asilo. Il corteo di solidarietà contro l'intolleranza era guidato dal sindaco Bullian. Ma non tutto è filato liscio: il primo cittadino è anche stato contestato da alcuni residenti nelle vicinanze: "Facile sfilare e poi abitare distante. Siamo noi che ci ritroveremo a dover convivere con gli stranieri".

Arresto Marra, Fico: "E' chiaro che non era solo un tecnico"

video Lasciando l'hotel di Roma dove hanno incontrato Beppe Grillo, i deputati M5S Roberto Fico e Carla Ruocco respingono la giustificazione della sindaca di Roma Virginia Raggi che di fronte all'arresto del suo collaboratore Raffaele Marra si è giustificata dicendo che "era solo uno dei 23mila dipendenti del Comune" (video di Marco Billeci e Francesco Giovannetti)

Arresto Marra, uscite sul retro e fughe sui taxi dei big 5s dopo il vertice con Grillo

video Bocche cucite da parte dei vertici del M5s all'uscita dell'Hotel Forum dove hanno incontrato Beppe Grillo per discutere dell'ennesima crisi della giunta di Virginia Raggi. Nessun commento da parte di Luigi Di Maio e Roberta Lombardi. Lo stesso da parte di Nicola Morra. L'unica che si è lasciata sfuggire una piccola dichiarazione è stata Paola Taverna. "Il Movimento ne esce sempre bene", ha detto salendo sul taxi(video di F. Giovannetti e M. Billeci)

Giunta Raggi, videocronaca di troppi addii

video A inizio luglio sembrava che il puzzle fosse riuscito. I malumori nel Movimento per la nomina di Daniele Frongia a capo di gabinetto – vice Raffaele Marra – erano stati finalmente sopiti, nominando lo stesso vice sindaco e assessore allo Sport. Invece l'incastro non ha retto. Il 1 settembre se ne sono andati Carla Raineri e l’assessore al Bilancio Marcello Minenna: lei nel frattempo era diventata capo di gabinetto, ma il parere dell’Autorità Anticorruzione su quella nomina aveva spinto la sindaca Raggi alla revoca; lui non era disposto a rimanere in giunta senza la magistrata. Lo stesso giorno hanno lasciato i vertici Atac, la municipalizzata ai trasporti, Rettighieri e Brandolese. Poi sono seguite settimane di incertezza sul nome del nuovo assessore al Bilancio: Raffaele De Dominicis, ex magistrato della Corte dei Conti, viene scelto e scartato nel giro di 72 ore. Due giorni balla invece il nome di un altro magistrato, Salvatore Tutino. Quindi abbandona anche Stefano Fermante, ragioniere generale in Campidoglio. Fino all’addio di Paola Muraro (avviso di garanzia) dopo mesi di resistenza e di Raffaele Marra (arresto per corruzione), all'origine di tutte le divisioni cinquestelle romane di Laura Perticimontaggio Leonardo Sorregotti