Zagabria, Maradona piange Fidel: ''Era un secondo padre per me"

video "Mi hanno detto che era morto il più grande. Mi hanno chiamato da Buenos Aires ed è stato scioccante. Sono scoppiato in un pianto terribile. Era come un secondo padre", così Diego Armando Maradona sulla notizia della morte di Fidel, in un'intervista alla tv Telam a Zagabria, dove sta tifando l'Argentina nella finale della Coppa Davis di tennis. E continua, con la voce rotta dal pianto: "Ho vissuto più di 4 anni a Cuba e Fidel mi chiamava alle due della mattina per parlare di sport, politica, e di quello che succedeva nel mondo. E questo è il ricordo più bello che mi rimane. Abbiamo sempre parlato della droga e lui mi diceva che sì se ne poteva uscire. E io ne sono uscito. Mi ha sempre aiutato tantissimo". E conferma che intende andare a Cuba il più presto possibile per essere presente ai funerali.