Istria, la visita al relitto della nave di Tito (Vis)

video Nel bel filmato realizzato da Stefano Caressa, con la collaborazione di Manuel Ianesi, la visita subacquea al relitto del Vis, nave che fu di Tito, ormai ridotta a rottame, che poco più di un mese fa è stata affondata poco al largo di capo Promontore, nella parte meridionale dell'Istria, per farla diventare un'attrazione per gli appassionati di immersioni. Esperimento riuscito: già centinaia di sub sono scesi su quel fondale. QUI L'ARTICOLO-REPORTAGE del nostro Pietro Spirito: Visita al relitto della nave di Tito

Theresa May: ''Faremo della Brexit un successo''

video "La Brexit è la Brexit e ne faremo unsuccesso". Uscita davanti al Parlamento di Westminster, dopo la sua proclamazione a leader del partito conservatore, Theresa May ha voluto così sottolineare la sua intenzione di rispettare il risultato del referendum del 23 giugno sull'uscita della Gran Bretagna dall'Ue. La mia campagna è stata basata su "tre punti", ha affermato la May, che mercoledì sarà il nuovo primo ministro. Come prima cosa, ha detto, vi è "la necessità di una leadership forte e collaudata, in grado di guidarci in tempi di incertezza economica e politica, con la necessità di negoziare il miglior accordo per la Gran Bretagna nell'uscire dall'Ue e di forgiare per noi un nuovo ruolo nel mondo". Il secondo punto, ha proseguito, "è unire il Paese". Mentre il terzo è la necessità di "una nuova visione forte e positiva per il nostro Paese, una visione di un Paese che non lavora per pochi privilegiati ma per ciascuno di noi. Perchè daremo alla gente maggior controllo sulle loro vite. E insieme costruiremo una Gran Bretagna migliore".La May, che si è detta "onorata" di guidare i Tories, ha reso omaggio alla leadership del suo predecessore David Cameron e alla "dignità dimostrata" da Andrea Leadsom, la sua avversaria che si è oggi ritirata

Theresa May: ''Faremo della Brexit un successo''

video "La Brexit è la Brexit e ne faremo unsuccesso". Uscita davanti al Parlamento di Westminster, dopo la sua proclamazione a leader del partito conservatore, Theresa May ha voluto così sottolineare la sua intenzione di rispettare il risultato del referendum del 23 giugno sull'uscita della Gran Bretagna dall'Ue. La mia campagna è stata basata su "tre punti", ha affermato la May, che mercoledì sarà il nuovo primo ministro. Come prima cosa, ha detto, vi è "la necessità di una leadership forte e collaudata, in grado di guidarci in tempi di incertezza economica e politica, con la necessità di negoziare il miglior accordo per la Gran Bretagna nell'uscire dall'Ue e di forgiare per noi un nuovo ruolo nel mondo". Il secondo punto, ha proseguito, "è unire il Paese". Mentre il terzo è la necessità di "una nuova visione forte e positiva per il nostro Paese, una visione di un Paese che non lavora per pochi privilegiati ma per ciascuno di noi. Perchè daremo alla gente maggior controllo sulle loro vite. E insieme costruiremo una Gran Bretagna migliore".La May, che si è detta "onorata" di guidare i Tories, ha reso omaggio alla leadership del suo predecessore David Cameron e alla "dignità dimostrata" da Andrea Leadsom, la sua avversaria che si è oggi ritirata