Thailandia, gli affari dei boss sulla pelle delle "donne giraffa"

video Al confine tra Myanmar e Thailandia, dove la giungla è fittissima e riesce persino a far scomparire il cielo un gran numero di persone arriva da tutto il mondo per una grande attrazione, davvero unica: le Donne Giraffa. Le cosiddette Long Neck - della tribù Kayan - aspettano l’arrivo dei turisti ai quali vendono i prodotti artigianali costruiti con le loro mani, ma soprattutto si fanno fotografare con gli anelli dorati stretti attorno al loro collo, che diventa sempre più lungo e che provoca dolori, oltre che gravi complicazioni alla mobilità della testa, alla spina dorsale, alla deglutizione. Al di là dell’aspetto folkloristico, c’è un grosso giro d’affari, sfruttato da una rete di boss locali, che guadagnano fior di quattrini sulle foto scattate alle donne. La maggior parte di loro, originarie del Myanmar, attraversa il confine per sottrarsi alla dittatura e al conflitto armato che coinvolge numerose aree etniche del paese. La Thailandia ospita quasi tre milioni di immigrati, ai quali va aggiunto un numero crescente, calcolabile in decine di migliaia, di richiedenti asilo. Madrena, 45 anni, ? arrivata in Thailandia 3 anni fa. Quando parla ti fissa con un sorriso che svela una sofferenza profonda. Con lei ci sono Mulao e Mulan, 6 e 9 anni, le sue due figlie. Sono fuggite assieme al marito per sottrarlo al durissimo e malpagato servizio di leva, che in Myanmar il regime impone agli uomini. Madrena sopporta sul suo collo 5 chili di anelli, mentre ne sistema altri più piccoli sulle sue bambine. E’ così che tutte e tre aspettano i turisti che, dopo un trekking, una gita in elefante o un rafting, passano per scattare foto.

Casamonica, Mina Welby: "Mai digerito no di Ruini a funerali in chiesa"

video "Non appartiene a me di giudicare le persone ma l'unica cosa che non posso perdonare al cardinale Ruini è di non aver dato la possibilità di celebrare i funerali in chiesa. Non per me, ma per la madre" racconta Mina Welby, la vedova di Piergiorgio, il militante del Partito Radicale affetto da distrofia muscolare deceduto nel 2006, grazie a un medico che lo aiutò a morire. Il Vicariato non concesse a Welby le esequie con rito religioso, come era nei desideri della moglie, cattolica, e il 24 dicembre del 2006 l'ultimo saluto a Piergiorgio venne fatto in forma laica in piazza Don Bosco, proprio di fronte alla chiesa dove, oggi, sono stati celebrati i funerali di Vittorio Casamonica (audio Capital)

I tifosi del Real fischiano Cristiano Ronaldo e lui fa segno: "State calmi"

video Può succedere anche ai migliori di sbagliare un gol facile, ma per il sempre esigente pubblico del Real Madrid l'errore non è ammissibile, anche se a commetterlo è il Pallone d'Oro in carica. Così quando nel corso dell'amichevole tra i Blancos e il Galatasaray al Bernabeu, Cristiano Ronaldo ha sparato in tribuna un invitante pallone a pochi metri dalla porta, dagli spalti sono partiti sonori fischi all'indirizzo della stella portoghese. In risposta, Ronaldo ha fatto ampi cenni per chiedere ai suoi supporter di avere pazienza e alla fine ha avuto ragione: la partita si è chiusa con un 2 a 1 per il Real e CR7 ha fornito il prezioso assist per il primo gol

Grecia, esponente Syriza: "Tsipras verso maggioranza assoluta"

video Il 20 settembre la Grecia potrebbe andare al voto anticipato. Il leader Alexis Tsipras vuole un nuovo mandato forte dopo le critiche per avere accettato il piano della troika e lo sfilacciamento di Syriza. Sei giorni fa il Parlamento ha detto sì al piano di salvataggio, ma il premier ha ottenuto la maggioranza solo grazie al voto delle opposizioni. Il suo partito non è più compatto nel sostenerlo. Antonio Iovane ha parlato con Tonia Tsitsovits del comitato centrale di Syriza (audio Capital)