Trieste, a Campanelle “il campo abbandonato”

article Una distesa di sabbia e ghiaia dove spuntano erbacce di ogni tipo. Sulle corsie laterali veri acquitrini lasciati in eredità dalle piogge. Reti di protezione piegate da vento e gelo. E poi spogliatoi che cadono a pezzi in un prefabbricato che un tempo ospitava i terremotati dell’Irpinia e una se...