Chernobyl, i bambini dimenticati dei soggiorni terapeutici: "Accoglienza ai minimi storici"

video I soggiorni di "risanamento" in Italia non vanno più di moda o quasi. Se alla metà degli anni Novanta, infatti, i programmi di accoglienza temporanea portavano in Italia oltre 30.000 bambini l'anno, oggi si stenta a superare i 10.000 affidi (Ministero delle Politiche Sociali, 2015). Oltre l'85% degli arrivi giungeva da aree bielorusse e ucraine interessate dal disastro nucleare di Chernobyl, datato 26 aprile 1986. "Ma oggi le priorità sono altre", dice amareggiato il presidente di Aubam Antonio Tosi. "Sappiamo da anni che tanti problemi di salute sarebbero cominciati 10 anni dopo ed oltre", spiega Tetyana Kunitska, sopravvissuta di Pripyat e accompagnatrice di bambini in Italia. E infatti, tra le seconde e terze generazioni, figlie cioè di chi ha subito in prima persona la catastrofe, in molti avrebbero ancora bisogno di soggiornare nel nostro paese per migliorare la loro salute. "Il livello di cesio - assicura Toni - tende ad abbassarsi del 40% in sole 5 settimane". Il cesio-137 è un isotopo radioatttivo che fu rilasciato nell'ambiente all'epoca delle esplosioni. Gli effetti sulla salute dei bambini riguardano principalmente malfunzionamenti del miocardio e abbassamenti dei livelli di tenuta del sistema immunitario. di Andrea Lattanzi

Bagnolo, cade dalla tettoia di un casolare: grave un 20enne

video BAGNOLO. Un grave infortunio è avvenuto intorno alle 12 all’esterno di un’abitazione in via Bassa San Michele, a San Michele della Fossa. Un 20enne è caduto da un’altezza di circa tre metri ed è rimasto ferito in modo grave. Sembra stesse eseguendo alcuni lavori sulla tettoia di un casolare sul retro della casa, insieme a un altro familiare. Il giovane è stato trasportato in ospedale in elisoccorso, sulla vicenda indagano i carabinieri. LEGGI L'ARTICOLOVideo di Enrico Rossi

Universiade Napoli, ritmica: Alessia Russo argento nel nastro

video Palavesuvio in festa per Alessia Russo. L'azzurra ha vinto la medaglia d'argento nel nastro alle Universiadi Napoli 2019 nella giornata conclusiva del programma di ginnastica ritmica. Il piazzamento della ginnasta toscana è stato salutato con una vera e propria ovazione dal pubblico che ha affollato la struttura di via Argine scelta come casa della ginnastica e sold out sia per le gare dell'artistica sia per quelle della ritmica. L'oro nel nastro è andato alla russa Ekaterina Selezneva, medaglia di bronzo per l'ucraina Yeva Meleshchuk.Fisu tv

Avvistato in Friuli dopo 450 anni, ecco il castoro che fa il bagno nel laghetto

video Il castoro fa capolino nel Tarvisiano e si fa riprendere mentre fa il bagno nel laghetto. Si tratta del primo esemplare avvistato dopo cinque secoli di assenza. Sembra trovarsi perfettamente a suo agio fra le Alpi Giulie. Dopo l’exploit della notizia nel 2018, quando ricercatori del Progetto Lince Italia davano la notizia sensazionale e facevano impazzire il web, verso la fine dell’anno e durante l’inverno l’attenzione sull’animale era calata. Ma in primavera Renato Pontarini, il naturalista che lo segue da vicino, però lo ha ritrovato e filmato (Video pagina facebook Progetto Lince Italia)

Calcio, la leucemia di Mihajlovic: "Nessuno è indistruttibile, l'unica speranza è la prevenzione"

video "Nessuno di noi deve pensare di essere indistruttibile, invincibile. Ognuno pensa: a me non succede. Poi quando ti succede è una botta tremenda. L'unica speranza è fare prevenzione" ha detto Sinisa Mihajlovic, tecnico del Bologna calcio, incontrando la stampa a Casteldebole per annunciare di avere la leucemia. Questa malattia "se la scopri dopo due mesi o un anno è un'altra cosa - ha aggiunto l'allenatore serbo - può succedere a tutti. Io stavo bene da tutti i punti di vista. Il messaggio che voglio lanciare è: è giusto prevenire, solo così si combatte la malattia. Se hai fatto esami e controlli è più facile vincere. L'ho detto anche ai miei ragazzi". Video Racebook/Ètv rete7

Calcio, la leucemia di Mihajlovic. Il medico: "Così abbiamo scoperto la malattia"

video "Il problema è nato il giorno prima del ritiro - ha detto il medico sociale del Bologna Gianni Nanni - ma abbiamo avuto in fretta l'esito dell'esame al midollo, si tratta di una leucemia acuta. Vent'anni fa non ci sarebbe stato nulla da fare, oggi possiamo dire che seguendo un ciclo di terapie Mihajlovic avrà anche la possibilità di continuare a fare il suo lavoro alla guida del Bologna. Sinisa sarà ricoverato al reparto di ematologia dell'istituto Seragnoli al S. Orsola di Bologna, un reparto molto qualificato, siamo in ottime mani, potrà continuare la sua attività". Non è chiaro che tipo di leucemia sia, la durata delle terapie non sono al momento note. In conferenza c'era anche il ds Walter Sabatini, che più volte si è commosso: "Sinisa Mihajlovic resta l'allenatore del Bologna: sconfiggerà la malattia".  (video Facebook / Etv rete7)

Vittoria, il figlio del boss indagato per il raid sui cuginetti: "Chiedo perdono". Ma i suoceri insultano il giornalista Borrometi

video Angelo Ventura, il figlio del capomafia di Vittoria, era a bordo del Suv che giovedì sera ha ucciso un bambino di undici anni e ridotto in fin di vita il cuginetto, poi deceduto anch'egli dopo aver perso le gambe nell'investimento . È indagato per omissione di soccorso e favoreggiamento. Da tre giorni è rinchiuso a casa dei suoceri. Dice: "Chiedo perdono, scusa". Ma poi scappa. I suoceri se la prendono con il giornalista Paolo Borrometi, che vive sotto scorta per le sue inchieste sulla mafia di Vittoria. Borrometi aveva denunciato che a occuparsi del servizio funebre per il piccolo Alessio è una ditta vicina al clan Ventura. In carcere, per omicidio stradale, c'è il giovane che stava alla guida del mezzo, Saro Greco, rampollo di un imprenditore del mercato di Vittoria ritenuto vicino a Cosa nostra. dal nostro inviato Salvo Palazzolo

Emergenza rifiuti, camion in fila davanti allo stir di Caivano. La videodenuncia del sindaco di Ercolano

video Il sindaco di Ercolano Ciro Buonajuto pubblica un video per denunciare l'emergenza rifiuti in Campania. nelle immagini una lunga fila di camion davanti allo stir di Caivano. "In tantissime città della provincia di Napoli - scrive su Facebook - ci sono disagi nella raccolta dei rifiuti per strada. La gente, giustamente esasperata, se la prende con i Comuni ed anche con gli operatori. Tanta gente però non sa come stanno le cose: non c'è posto per smaltire la spazzatura raccolta in città. Questa è la coda per svuotare i camion nell' impianto Stir di Caivano. Questa era la fila di questa mattina alle 5, ora la coda è lunga quasi due km. Per svuotare i camion occorrono, quando va bene, dalle 18 alle 36 ore di attesa. La situazione è drammatica. I Comuni con Regione e Prefettura sono al lavoro senza sosta alla ricerca di soluzioni alternative. Noi lunedì abbiamo in programma un incontro con l'azienda addetta al servizio per provare a trovare una soluzione a questa situazione che col caldo diventa sempre più complicata. In molti vedono i sacchetti per strada e giustamente si incazzano, ma guardate questo video per farvi un'idea della situazione".Video Fb Ciro Buonajuto