Eintracht-Inter, striscione per de Vrij: "Vorrei la tua maglia". E a fine gara c'è una doppia sorpresa

video Alla Commerzbank-Arena di Franconforte, in Germania, un tifoso ha esposto uno striscione con una richiesta nei confronti di Stefan de Vrij, difensore dell'Inter, impegnato nel match che i nerazzurri hanno giocato contro la squadra di casa, l'Eintracht. "S. de Vrij, mi piacerebbe avere la tua maglia", recitava la scritta in olandese. Detto fatto. Al termine del match il calciatore ha raggiunto il tifoso, gli ha consegnato la sua maglia e ha scattato anche un selfie. L'incontro, valevole per gli ottavi di finale di Europa League, è terminato con il punteggio di 0-0. Twitter / Inter

Tav, Toninelli: "Conte si è convinto del no all'opera, ma crisi di governo sarebbe follia"

video È iniziata alla Camera dei Deputati l'assemblea dei parlamentari del Movimento 5 Stelle dedicata alla Tav. Bocche cucite per i ministri Luigi Di Maio e Alfonso Bonafede. "Una crisi di governo ora sarebbe una follia, come sempre troveremo una soluzione", ha detto invece il ministro per le Infrastrutture Danilo Toninelli entrando a Montecitorio. "Il presidente Conte ha seguito con attenzione i tecnici e ha capito che l'opera è negativa, che è un danno per l'interesse dello Stato e che bisogna trovare una soluzione", ha concluso. Video di Francesco Giovannetti e Camilla Romana Bruno

Conte punta la giornalista: "Guardi, deve stare tranquilla su di noi. Mi guardi, deve stare tranquilla"

video Perché tanto tempo per decidere sulla realizzazione o il blocco della Tav? La domanda arriva dalla giornalista Claudia Fusani a fine conferenza stampa. Il premier Giuseppe Conte parte con una spiegazione sull'"elaborato molto complesso", poi si impunta, la fissa e garantisce con una verve inconsueta: "Guardi, deve stare tranquilla sulla nostra affidabilità". E ribadisce: "Guardi, può stare tranquilla. Alza la tua credibilità non se dici sì a chiunque, ma se porti sul tavolo delle argomentazioni, noi le stiamo portando". Ed esce di scena spedito.

Agrigento, una spiaggia su due chiusa per rischio crolli

video A pochi chilometri dalla Valle dei Templi, l’acqua sta, giorno dopo giorno, inghiottendo le spiagge che vanno da Zingarello fino a Punta bianca. “La zona più critica è quella di Caos: le frane presto coinvolgeranno la galleria della SS 640 che è l’unica infrastruttura che permette ai camion, provenienti dal porto di Porto Empedocle, di raggiungere gli altri centri siciliani. Il comune deve presentare i progetti alla Regione per invertire la rotta”, conclude Lombardo. a cura di Giorgio Ruta,video: Mareamico

Agrigento, una spiaggia su due chiusa per rischio crolli

video A pochi chilometri dalla Valle dei Templi, l’acqua sta, giorno dopo giorno, inghiottendo le spiagge che vanno da Zingarello fino a Punta bianca. “La zona più critica è quella di Caos: le frane presto coinvolgeranno la galleria della SS 640 che è l’unica infrastruttura che permette ai camion, provenienti dal porto di Porto Empedocle, di raggiungere gli altri centri siciliani. Il comune deve presentare i progetti alla Regione per invertire la rotta”, conclude Lombardo. a cura di Giorgio Ruta,video: Mareamico

Reggia di Rivalta, l'archeologo Cassone: "Abbiamo scoperto dei condotti sotterranei"

video REGGIO EMILIA. Il Rotary Reggio Emilia Val di Secchia per la Reggia ha proposto nella Sala del Capitano dell’hotel Posta un dibattito sul progetto di restauro del palazzo, e un’inedita indagine georadar sul distrutto corpo centrale. Nel video l'archeologo Nicola Cassone, intervistato dal direttore della Gazzetta di Reggio, Stefano Scansani, spiega alcune delle principali scoperte effettuate durante le ricerche. Al dibattito hanno partecipato anche Alberto Cadoppi (presidente del Rotary), Massimo Magnani (architetto del Comune) Giorgio Adelmo Bertani, Francesca Vezzali e Fausto Bisi (alcuni dei progettisti del restauro), e il sindaco Luca Vecchi. Video di Enrico Rossi

Mutilazioni genitali femminili: "Against All Odds" ha vinto il festival del Cinema di Ouagadougou, in Burkina Faso

video Il film "Against All Odds" ha vinto il primo premio al “Fescapo”, il Festival panafricano del Cinema e della televisione che si tiene a Ouagadougou, in Burkina Faso), nella sezione dedicata ai cortometraggi. Nel documentario si racconta la vera storia di Charity, che all’età di 12 anni è stata la prima ragazza del suo villaggio a dire no alle mutilazioni genitali femminili. Charity Reasian Nampaso che insieme ad Andrea Iannetta è anche la regista del film ringraziando, in occasione della premiazione, ha detto “questa è la mia storia e quella silenziata di milioni di donne che convivono con le MGF, io sono l’esempio del coraggio e della forza che hanno molte di queste donne e ragazze; noi combattiamo per i nostri diritti e per quelli di tutte le donne, io sono una voce, tu puoi essere una voce, insieme possiamo porre fine alle MGF e alla violenza di genere“. Il film racconta la storia vera di Charity, una ragazza della regione del Masai Mara in Kenya. Charity ha 12 anni e vive con i propri genitori aspettando con impazienza il giorno in cui sarà escissa e diventerà una donna, come le ragazze più grandi del villaggio. Ma un giorno a scuola vede un video che mostra i rischi e le conseguenze legate alle mutilazioni genitali femminili. Improvvisamente cambia idea sulla pratica e ne parla con i genitori. La madre sceglie di ascoltarla e di sostenerla nella sua scelta di non essere escissa, mentre il padre teme la reazione del villaggio. Il film mostra il complicato percorso di Charity, dal rifiuto da parte della famiglia e della comunità alla fuga dal villaggio, fino al suo impegno attuale in favore dei diritti delle ragazze in Kenya e in Europa e al lungo e difficile riavvicinamento con il padre. Video: AIDOS / Associazione Italiana Donne per lo Sviluppo