Primarie centrodestra, Meloni: ''Si devono costruire alleanze credibili''

video Primarie sì, primarie no. Al Tempio di Adriano per l'iniziativa organizzata dall'azzurro Altero Matteoli 'Verso le primarie del centrodestra?' si sono ritrovati vari esponenti della corrente politica per discutere di alleanze elettorali. Il segnale emerso è di condivisione dei contenuti e di programma per fronteggiare Pd e M5S. "Io lavoro - commenta la leader di FDI Giorgia Meloni - perche' ci possa essere un'alleanza di centrodestra ampia e forte, ma lo sara' se saremo credibili, a partire dalla condizione che non ci puo' essere alcun accordo col Pd, che si tengano le primarie, e che ci sia chiarezza sui contenuti, dall'Europa ai migranti, alla lotta alla povertà''(video di Cristina Pantaleoni)

Palermo, protestano per chiedere servizi ai disabili e vengono denunciati

video Il 6 febbraio hanno protestato davanti alla Regione per chiedere di far ripartire il trasporto e i servizi igienico-sanitari per oltre 400 studenti disabili delle scuole superiori bloccati dal 21 dicembre. Ora sono arrivate le denunce per manifestazione non autorizzata. Decine di assistenti igienico sanitari dovranno presentarsi in questura nei prossimi giorni. Ma la protesta non si ferma e mercoledì i lavoratori andranno in Prefettura per avere risposte. Con loro anche i genitori dei 145 ragazzi che da un mese e mezzo non frequentano più la scuola perché non hanno assistenza. Uno stop dovuto al passaggio delle competenze dalla Città metropolitana, che prima gestiva i servizi, all’assessorato regionale alla Famiglia. Il 21 febbraio è stata sbloccata solo una parte dei servizi, ma per far ripartire la macchina a regime sarà necessario un nuovo bando pubblico. (di Giorgio Ruta e Giusi Spica)

Aborto, respinta da 23 ospedali. Bonino: ''Ridotta a essere una questuante non una cittadina''

video "Questa signora ha la legge dalla sua parte che è obbligatoria. Quindi è una non applicazione della legge. E' come se la legge 194 non ci fosse perché non viene applicata, noi e l'associazione Luca Coscioni, lo diciamo da anni", così Emma Bonino commenta il 'pellegrinaggio' di una donna di Padova, respinta da 23 strutture ospedaliere del Veneto, per poter ricorrere all'aborto. Ventitre risposte negative, tra l'obiezione di coscienza e la burocrazia, prima di vedersi accolta la richiesta. Un girone infernale iniziato dall'ospedale di Padova e conclusosi nello stesso nosocomio della città veneta grazie all'interessamento della Cgil a cui la donna si era rivolta.intervista di Raffaella Scuderimontaggio di Elena Rosiello