Madia: "Pd Romano era ostaggio delle correnti, in tanti lo denunciavamo"

video "Facendo le primarie dei parlamentari ho visto delle vere e proprie piccole associazioni a delinquere sul territorio”. Così l'attuale ministro della Pubblica Amministrazione denunciava un anno fa il deterioramento del Pd di Roma, puntando il dito contro i falsi tesseramenti e le guerre tra dirigenti. Parole che sono tornate in mente a molti nei giorni dell'inchiesta sulla mafia romana, dopo che il Partito Democratico di Roma è stato commissariato proprio per arginare le derive di illeciti e irregolarità. A margine dell'assemblea degli iscritti al Laurentino 38, dove è stata convocata per discutere della situazione del partito, Madia torna su quelle parole: "La mia era una denuncia politica". Il ministro però difende le primarie: "Sono uno strumento meraviglioso, ma devono essere libere"(video di Marco Billeci)

Pd, Orfini: ''Ho chiesto a Barca di verificare situazione circoli di Roma''

video "Il Pd a Roma negli ultimi anni è stato segnato da un'infinita guerra tra bande e così ha preso in ostaggio migliaia di iscritti e militanti". Così il presidente del Pd e commissario del partito a Roma nel corso del suo intervento all'assemblea degli iscritti organizzata dal partito dopo le polemiche per il coinvolgimento di alcuni esponenti dem nell'inchiesta sulla mafia a Roma. Orfini ha annunciato di aver ottenuto la disponibilità dell'ex ministro della Coesione Territoriale Fabrizio Barca a verificare uno a uno lo stato del tesseramento e l'attività nei circoli della capitale, a seguito delle diverse segnalazioni di irregolarità negli ultimi mesi(di Marco Billeci)