Ritrovato il corpo del giovane polacco

article BORETTO. E’ riaffiorato 52 ore dopo il suo tragico tuffo nel Po il cadavere di Marcin Smyda, il 25enne di origine polacca che domenica pomeriggio è stato inghiottito dalle acque del fiume. Per tutta la giornata di ieri, per il terzo giorno consecutivo, la zona è stata perlustrata dai sommozzatori dei vigili del fuoco. La svolta è arrivata intorno alle 19, quando dopo una virata di un motonauta che stava facendo le prove nella zona del lido Po, l’onda ha fatto riaffiorare il corpo senza vita del ragazzo.

Una coltellata da un uomo mascherato

article CORREGGIO. Colpita al polso con un coltello perché si rifiutava di cedere la borsa a uno sconosciuto che, a volto coperto, l’aveva aggredita. E’ accaduto a Vanna Veroni, 55 anni, residente in paese. La donna è stata rapinata mentre era in bici. «A Correggio una cosa del genere? Mai successa - racconta mostrando il polso sinistro medicato all’ospedale -.
Per questo ho rifiutato di consegnare la borsa.

Miriam Figliuolo

Cariparma a sostegno dell’export

PARMA. Nei giorni scorsi Cariparma ha siglato un accordo di collaborazione con la Banca europea per la ricostruzione e lo sviluppo (Bers/Ebrd) finalizzato al sostegno delle imprese italiane impegnate ad esportare nei paesi dell’Europa centro-orientale. L’accordo tra Cariparma e Bers/Ebrd

Telecom, accordo per i 470 esuberi

MILANO. Dopo l’accordo raggiunto in settembre per la mobilità di 5mila persone, Telecom e sindacati ne hanno trovato uno anche per i 470 lavoratori in esubero per l’ambito ‘directory assistance’ (12.54, Assurance Dati Elenchi, Centro Lavoro Servizi Internazionali, Centralini, Supporto te

Ecco come risorgerà il San Lazzaro

di Marco Martignoni REGGIO. Forse è ancora presto per brindare, considerato l’iter burocratico che per una decina di anni ha rallentato la nascita del futuro campus universitario dell’ex San Lazzaro, ma ieri mattina un mattone pesante è stato posto. E’ infatti stato firmato l’accordo

Otto fendenti nel cuore della notte

LUZZARA. Otto coltellate: alla schiena, al volto e a una gamba. Cosi l’operaio marocchino Hicham Nouni (foto), poco meno di un anno fa, massacrò la moglie di 30 anni Liana An-Nuni, nel bagno della loro abitazione in via Tagliavini 14 a Luzzara. Un delitto d’impeto, un raptus che non tro