Iuventa, la nave sequestrata da due anni: "Un pugno nella stomaco, una vecchia signora abbanonata"

video "Oggi ho visitato una vecchia signora in un luogo che mi sembra qualcosa a metà tra un ospedale e un cimitero", così scrive Michele Cinque su Facebook parlando delle Iuventa, la nave allestita da un gruppo di ventenni tedeschi per salvare i migranti nel Mediterraneo. È bloccata nel porto di Trapani da due anni, dopo il sequestro con l'accusa di favoreggiamento dell'imigrazione clandestina. "È stato un pugno allo stomaco vedere la nave abbandonata come una vecchia signora in un ospizio. Non ha solo salvato migliaia di vite ma ha anche risvegliato la speranza di vedere un'Europa più giusta", continua Michele Cinque, regista romano che nel 2018 ha realizzato un documentario sul lavoro della nave seguendo i protagonisti della ONG tedesca Jugend Rettet dalla prima missione nel Mediterraneo al sequestro del 2 agosto 2017 nel porto di Lampedusa. "Sembra un fallimento per l'Europa vedere la Iuventa tenuta in tali condizioni. Rendo omaggio a questa coraggiosa vecchia signora e a ciò che rappresenta".  Video: Michele Cinque

Claudia Schiffer e le altre: è sfida senza veli tra top model anni '80 dopo gli "anta"

video Claudia Schiffer, Naomi Campbell, Cindy Crawford, Helena Christensen, Carla Bruni: le Top Model icona degli anni '80 amatissime da Versace e Giorgio Armani arrivate alla soglia dei cinquant'anni sono in forma smagliante. In passerella insieme per la Milano fashion week 2018 superati gli "anta" non hanno avuto probleni a mostrarsi nude sulla copertina di grandi magazine internazionali e sui loro profili social. Unica eccezione Carla Bruni: l'ex miss Sarkozy oggi posta ritratti senza veli ma degli anni '90 e firmati Helmut Newton. a cura di Milo Cordeschi   

Young Signorino schiaffeggia uno spettatore al suo concerto: "Questa è educazione"

video Young Signorino tira un ceffone a uno spettatore e si giustifica dicendo di averlo fatto per "educazione". Il brutto episodio a Fermo, nelle Marche. Durante il suo concerto il trapper ha smesso di cantare per dare lo schiaffo al fan che lo avrebbe deriso. Su Instagram il cantante ha poi spiegato: "Se tu vieni nel mio spazio a fare il coglione io sto zitto una volta, due volte, tre volte poi ti becchi uno schiaffo in faccia. Dovete imparare a stare al mondo, non potete fare il ca**o che vi pare sia sui social che nella vita reale senza conseguenze: io vi do uno schiaffo, un altro probabilmente vi fa peggio. Fidati, questa è educazione".L’artista ha aggiunto: “Siccome c’era assenza di sicurezza, ma non sto dando la colpa a nessuno, io mi sono difeso da solo giustamente. Tale persona mi stava provocando, venendo tre volte nel mio spazio, dicendo anche 'anoressico' e frasi del genere. Che cosa ti aspetti? Che ti do un bacino o che ti do uno schiaffo? Io non ti rompo il c***o".Twitter

Maltempo in Lombardia, vola il tetto di un condominio: le immagini impressionanti a Cantù

video Assi di legno e lamine nel cortile di un condominio a via Sempione. A causa delle forti raffiche il tetto di un condominio è stato scoperchiato a Cantù, in provincia di Como. Sul posto sono intervenuti i Vigili del Fuoco per mettere il luogo in sicurezza. Il maltempo si sta abbattendo su tutta la Lombardia colpita da vento forte, alluvioni e frane.Video di Stefano De Nicolo  Video: Local Team

Brumotti-Jovanotti, la bici passione comune: l'incontro a Viareggio

video Il Jova Beach Party come mai visto prima, e una chiacchierata esclusiva con Jovanotti sulla passione che li unisce: la bicicletta. Vittorio Brumotti ha pedalato insieme con Intesa Sanpaolo fino alla tappa di Viareggio, per mostrare il dietro le quinte del Villaggio, dove ha incontrato Lorenzo parlando di bici e viaggi su due ruote. Vittorio infatti è reduce da un tour con il FAI in giro per l’Italia, mentre Lorenzo ha raccontato della voglia di partire per il Sudamerica, e fare da Lima a Buenos Aires in solitaria. Con prudenza, casco allacciato e soprattutto senza cuffie perché, come ha sottolineato, andare in bici con la musica è estremamente pericoloso!

Madrid, nel metrò due vigilantes picchiano un ragazzo congolese

video Le telecamere di sicurezza della stazione della metropolitana della fermata Avenida de America a Madrid, in Spagna, hanno ripreso il momento in cui due guardie picchiano un ragazzo congolese sulle scale mobili. La denuncia è partita da Paula Guerra, presidentessa di SOS Racismo Madrid, che ha condiviso il video su Twitter, diventato virale. Il video mostra i due addetti alla sicurezza che strattonano il ragazzo e lo trascinano sulla scala mobile con la forza, prima di sferrargli alcuni violenti pugni. Le autorità locali, dopo aver acquisito il video, hanno aperto un'inchiesta sull'accaduto. I responsabili dell'aggressione sono stati licenziati. Video: Twitter

Madrid, nel metrò due vigilantes picchiano un ragazzo congolese

video Le telecamere di sicurezza della stazione della metropolitana della fermata Avenida de America a Madrid, in Spagna, hanno ripreso il momento in cui due guardie picchiano un ragazzo congolese sulle scale mobili. La denuncia è partita da Paula Guerra, presidentessa di SOS Racismo Madrid, che ha condiviso il video su Twitter, diventato virale. Il video mostra i due addetti alla sicurezza che strattonano il ragazzo e lo trascinano sulla scala mobile con la forza, prima di aferrargli alcuni violenti pugni. Le autorità locali, dopo aver acquisito il video, hanno aperto un'inchiesta sull'accaduto. I responsabili dell'accaduto sono stati licenziati. Video: Twitter