Napoli, Zingaretti: "Crisi del lavoro è colpa del governo"

video "È successa una cosa brutta, mi dispiace. Io credo che tutte le persone oneste non possano non riconoscere che negli ultimi dodici mesi ci sia stata la più grande catastrofe economica, sociale e sul mondo del lavoro degli ultimi dieci anni. Aggiorniamo le analisi. Purtroppo questo governo ha fermato l'Italia, combattiamo per mandarlo a casa. Senza una nuova fase il lavoro in questo paese non crescerà mai. Hanno preso i voti per il riscatto degli italiani e li stanno umiliando". Così Zingaretti a margine della presentazione dei candidati elle elezioni europee della lista Pd-Siamo europei nella circoscrizione Italia meridionale che si è svolta a Napoli al teatro Sannazzaro. Poco prima del suo arrivo si sono registrati scontri tra forze dell'ordine e disoccupati.Video Ansa

Napoli, l'assessora Clemente e le aggressioni ai Baretti: "Sicurezza, il governo mandi rinforzi"

video “E’ stato bellissimo incontrare questo ragazzo. Ci ha trasmesso dei valori importanti. C’è un confine labilissimo tra fiction è realtà. E noi dobbiamo fare in modo che non venga mai confuso”. Lo dice Alessandra Clemente, assessora ai giovani nella giunta di Luigi de Magistris che ieri ha incontrato Artem Tkachuk, il giovane attore 18enne, tra i protagonisti del film la “Paranza dei Bambini”, tratto dal libro di Roberto Saviano. Il ragazzo è stato picchiato e accoltellato domenica notte in via Calabritto a Chiaia. Clemente torna sulla polemica in al mancato arrivo dei rinforzi chiesti al Viminale: "La città continua a chiedere più forze dell’rodine e sono passati 20 giorni da quando lo abbaiamo ribadito dal Rione Villa. I nostri straordinari investigatori vanno sostenuti dal ministero dell’Interno. Questi episodi sono la dimostrazione che in ogni momento c’è un ragazzo o una ragazza che può essere in pericolo. Gravissima assenza e promessa mancata quella del ministro Matteo Salvini, sui rinforzi che ancora non sono arrivati”. Intervista Antonio Di Costanzovideo Riccardo Siano

Napoli, volley sul Lungomare per togliere ragazzi dalla strada: 324 squadre in gara

video Più di 300 squadre di volley (precisamente 324, per un totale di ragazzi che supera le 1000 unità) hanno partecipato all'evento "Illuminiamo il Volley" che si è svolto nella mattinata di domenica 28 aprile sul Lungomare Caracciolo, a Napoli, dove sono stati allestiti circa 40 campi di pallavolo. La manifestazione, completamente gratuita, è stata organizzata dalla Nuova Polisportiva Ponticelli ed è stata patrocinata dal Comune di Napoli, dalla Fipav Napoli e dalla Fipav Campania. Si tratta della seconda edizione della festa del Volley S3.Il progetto S3 consiste in un diverso approccio al gioco della pallavolo, basato su tre concetti: il gioco, attraverso la proposta non di esercizi ma di attività ludiche; la facilitazione, con la modifica di alcune regole cardine della pallavolo (ad es. la palla si può "bloccare" e può "rimbalzare a terra"); e la flessibilità, in quanto il numero di giocatori per squadra può variare. In questo video le dichiarazioni dell'assessore allo Sport del Comune, Ciro Borriello, e del presiente della Nuova Polisportiva di ponticelli, Gerardo Amato. "Questo evento unisce ai valori dello sport, dell’aggregazione e della valorizzazione dei talenti giovanili, anche una finalità di integrazione sociale – dichiara Amato - Infatti l’obiettivo di questa e tante altre iniziative realizzate dall’Associazione consiste nel coinvolgimento dei ragazzi del quartiere Ponticelli, giovani che altrimenti vivrebbero per strada alla mercé di influenze negative".

Siria, riappare al-Baghdadi: cita attentati Sri Lanka e invoca attacchi in Africa contro Francia e alleati

video Furqan, l'organo di propaganda dell'Isis, ha diffuso un nuovo video di al-Baghdadi, il leader del sedicente Stato Islamico. La notizia è stata rilanciata da Site, il sito che monitora il jihadismo sul web. Il Califfo non appariva in un filmato dal 2014, quando pronunciò il celebre sermone nella grande Moschea di Mosul. Nel video, al-Baghdadi è seduto a gambe incrociate con un kalashnikov al suo fianco mentre discute con seguaci dal volto coperto della "guerra contro i crociati" e della recente battaglia di Baghuz, in Siria, dove ha trovato la morte anche l'italiano Lorenzo Orsetti detto "Orso". Baghdadi ringrazia inoltre gli attentatori dello Sri Lanka definendo l'attacco come la prima vendetta per la sconfitta di Baghuz. Infine il Califfo invita a intensificare gli attacchi in Burkina Faso e Mali, menzionando Abu Walid al-Sahrawi, leader dell'Is nell'area sub-sahariana, e affermando apprezzamento per lui e gli attacchi condotti contro le forze francesi e i loro alleati. Video: Twitter / MapsSyria