Eutanasia, dalla storia di Irene un appello per la legge

video "Irene voleva morire viva, essere padrona della sua esistenza, voleva andare in Svizzera, avere l'eutanasia. È morta invece tra ansia, dolori, consumata da un cancro ai polmoni perché in Italia non c'è una legge. Andrea Curiazi, suo marito, ha vinto il suo pudore e, seguendo il desiderio di Irene di una legge, ha registrato un video per la nuova campagna dell'associazione Coscioni che chiede la legalizzazione dell’eutanasia in Italia. Un video, indirizzato agli "illustri rappresentanti del popolo italiano", che arriva mentre Marco Cappato, dell'associazione Coscioni, è sotto processo a Milano per avere aiutato dj Fabio, un video registrato pochi giorni dopo l'approvazione del biotestamento. "Il biotestamento non basta. Quello che è successo a Irene capita anche a chi non può permettersi i costi economici, o non è più nelle condizioni di affrontare il viaggio, o non ha chi si assume la responsabilità penale di assisterlo nel complicato trasferimento. Ci batteremo perché questo non avvenga più: in Parlamento c'è già una proposta di legge di iniziativa popolare per l'eutanasia legale, depositata 4 anni e mezzo fa e mai discussa nemmeno per un minuto", dice Cappato

F1, Hamilton in versione pianista: il pilota suona "Someone like you" di Adele

video Il campione di Formula 1 in una veste inedita a "Che tempo che Fa", il programma di Rai 1 condotto da Fabio Fazio. Lewis Hamilton si è esibito al piano suonando "Someone Like you" di Adele. "Adoro la musica, ho cercato di suonare il piano, ma sono un autodidatta, suono a orecchio". Il pilota si è poi congedato a bordo di una Prinz logata per l’occasione con il suo numero La puntata integrale su www.raiplay.it

Udine, le commesse storiche dell'Upim si ritrovano per un pranzo amarcord

video Le “signorine Upim”, a dispetto degli anni che passano, sono rimaste unite. Quel negozio e i ricordi di quegli anni le hanno talmente legate che da ormai da un decennio si danno appuntamento ogni anno per una bicchierata e un pranzo. L’evento si è svolto all’Hotel Astoria sabato 16 dicembre. E non è stato un pranzo come tutti gli altri. Perché oggi quel palazzo di via Cavour che ha ospitato i magazzini sta cambiando fisionomia. Al posto dell’ex Upim ci saranno 31 nuovi appartamenti e un’autorimessa (videoproduzioni Petrussi, a cura di Davide Vicedomini).

Giugliano, intitolata a Mena Morlando l'aula consiliare del Comune

video La sala consiliare del Comune di Giugliano intitolata a Mena Morlando, vittima innocente di Camorra. La ragazza, 25 anni, venne uccisa nel corso di un conflitto a fuoco tra bande di camorra rivali. Mena, che si trovava a passare per caso nel luogo della sparatoria, divenne uno scudo umano per una delle bande di camorra. “Questa è l’occasione per chiedere scusa alla famiglia Morlando”, ha detto il sindaco di Giugliano, Antonio Poziello, nel corso della cerimonia, a cui ha partecipato anche il presidente dell’Anac, Raffaele Cantone, cittadino di Giugliano, e il prefetto di Napoli, Carmela Pagano. “Questa è l’occasione – ha aggiunto il sindaco Poziello - per chiedere perdono per gli anni di omertà. Chiedere scusa per aver trasformato una vittima innocente di camorra in una maestrina vittima di un delitto passionale”. E rivolto ai due fratelli di Mena presenti nella sala consiliare: “Perdonate questa comunità per i 37 anni di ritardo”.(raffaele sardo)