Jolly Nero, l'armatore soddisfatto della sentenza: la società condannata a pagare una multa

video Dopo la decisione di primo grado che commina 4 anni di reclusione per il pilota Antonio Anfossi per il crollo della torre piloti nel porto di Genova in cui il 7 maggio 2013 morirono 9 persone, i rappresentati dell'armatore Messina, proprietario della nave si dichiarano soddisfatti. Alla società è stata attribuita solo una responsabilità amministrativa con l’obbligo di pagare 1 milione e 50 mila euro Servizio di Giulia Destefanis

Jolly Nero, la protesta dei familiari delle vittime

video Alla lettura della sentenza di primo grado, che ridimensiona le pene chieste dal pm, sono dure le reazioni dei familiari delle nove vittime della Jolly Nero. L’indignazione riguarda soprattutto la condanna a quattro anni per Antonio Anfossi, il pilota del porto di Genova, e la decisione di comminare solo una multa di 1 milione e 50 mila euro alla compagnia Messina Video di Giulia Destefanis

Ragazzi Cinema America riaprono il Troisi. Virzì: "Speriamo che questi ragazzi vengano aiutati"

video "Speriamo che l'amministrazione comunale voglia aiutare questi ragazzi. Intanto, fate sapere il numero di conto corrente per aiutare questo progetto", con queste le parole il regista Paolo Virzì è intervenuto alla presentazione della Sala Troisi, il cinema di Trastevere che verrà preso in gestione dai ragazzi dell'associazione Piccolo Cinema America, che per iniziare le proiezioni ha bisogno di lavori di manutenzione straordinaria per 400mila euro. I ragazzi del Piccolo Cinema America sono i vincitori del bando per la gestione, e hanno dato vita a un'"open day" per presentare il progetto per la ristrutturazione e la riapertura definitiva della sala nel cuore di Trastevere. Il progetto prevede una biblioteca per lo studio da 50 postazioni aperta 24 ore su 24 e una sala cinematografica. (video di Mariacristina Massaro)

"Orecchie", la surreale visita medica

video Una visita medica atipica quella a cui si sottopone il protagonista di "Orecchie" interpretato da Daniele Parisi. L'otorino, interpretato da Massimo Wertmüller, visita il paziente alla gola, al petto e agli occhi: lui però lamenta un fischio alle orecchie. È una delle situazioni surreali e grottesche del secondo lungometraggio di Alessandro Aronadio, dal 18 maggio nelle sale italiane