Attacco a Westminster, May: "Domani Parlamento aperto. Il terrorismo non vincerà"

video "Non ci arrenderemo davanti al terrorismo". Poche ore dopo l'attentato a Westminster, il primo ministro britannico Theresa May incita i londinesi e i cittadini stranieri a non lasciarsi vincere dalla paura. "Non è un caso che sia stato scelto il Partlamento per questo attacco", afferma May che continua ricordando come questo luogo sia il simbolo dei valori occidentali. "Ma noi andremo avanti tutti insieme. Lasciatemelo dire chiaramente: ogni tentativo di abbattere i nostri valori attraverso la violenza e il terrore sono destinati a fallire", afferma il premier britannico. "Domani mattina il Parlamento si riunirà come al solito. I londinesi e i turisti venuti a visitare questa grande città prenderanno i loro treni, usciranno dai loro alberghi e cammineranno per le strade", conclude May

Attacco a Westminster: il videoracconto dell'attentato

video Londra, la folle corsa del Suv inizia alle 14.30 sul ponte di Westminster: il veicolo si muove a circa 80 chilometri orari e investe molti passanti, soprattutto turisti, prima di finire la propria corsa vicino al Parlamento distante un centinaio di metri. L'aggressore riesce a ferire un agente che morirà poco dopo in ospedale. La sicurezza spara tre-quattro volte, colpendo e ferendo l'aggressore che morirà più tardi. La ricostruzione dell'attentato terroristico

Il sindaco di Londra Khan: "Non saremo mai piegati dal terrorismo"

video "Il mio cuore è con quelle persone che hanno perso i loro cari. Sono grato a tutti i londinesi, alla polizia e all'apparato di emergenza che hanno mostrato enorme coraggio in circostanze di eccezionale difficoltà": così il sindaco di Londra Sadiq Khan in un messaggio trasmesso sui social network. Il sindaco ha anche rassicurato i cittadini e i turisti circa le misure straordinarie per le prossime ore: "La nostra città rimane la più sicura del mondo, Londra è la città migliore del mondo e staremo uniti contro chi vuole farci del male e distruggere il nostro stile di vita. I londinesi non saranno mai piegati dal terrorismo"

Attacco a Westminster: quando il presunto attentatore denunciava la 'crociata' contro l'Islam

video Nel video pubblicato su Youtube il presunto attentatore Abu Izzadeen discute animatamente con la polizia inglese durante un comizio nelle strade di Londra nel 2015. "Tutti devono sapere che gli inglesi uccidono i musulmani in Siria appoggiando Bashar al Assad, posso recarmi in Siria a uccidere un musulmano sunnita (la corrente maggioritaria dell'Islam) ma sei sei un sunnita che si difende diventi un terrorista. Quando Assad usa armi chimiche contro i sunniti va tutto bene (Assad è un alawita, corrente minoritaria dell'islam sciita Ndr) ma se i musulmani reagiscono diventano terroristi. Quando gli israeliani uccidono i palestinesi - continua Trevor Brooks - va tutto bene, ma se si difendono diventano terroristi. E' per questo motivo che adesso c'è una crociata contro l'Islam e i musulmani" conclude il predicatore di origine giamaicana

Attacco a Westminster, Maurizio Stecca: ''Quell'energumeno con due grandi coltelli veniva verso di noi''

video L'ex pugile Maurizio Stecca, medaglia d'oro alle Olimpiadi di Los Angeles 1984 e due volte campione del mondo, era appena uscito dalla visita al Parlamento con la squadra italiana di boxe, quando ha udito delle urla e si è trovato davanti all'attentatore che assaliva la prima guardia. Il pugile ha visto da pochi metri il killer in azione e l'agente in borghese che lo ha freddato con tre colpiintervista di Antonio IovaneRadio Capital