Santiago del Cile: i Rolling Stones infiammano lo stadio nazionale

video Sono ripartiti dal Cile i Rolling Stones, infiammando lo Stadio Nazionale di Santiago. Un successo senza precedenti per il debutto del tour latino-americano della rock band più popolare del mondo. Circa 60mila persone hanno assistito a due ore di concerto con Mick Jagger, Keith Richards, Ron Wood e Char. La band ha suonato 19 canzoni, tra queste una voluta e votata preliminarmente dal pubblico, 'She's a Rainbow', composta nel 1967 suonata dal vivo l'ultima volta nel 1998. Per il concerto è stato allestito un palco lungo 58 metri e profondo 25, con una lunga passerella per avvicinarsi ai fan. I biglietti sono costati da 60 a 800 dollari. La prima volta che hanno suonato in Cile avevano venduto 35mila biglietti. Gli Stones hanno iniziato l''América Latina Olé Tour' nello stesso posto dove hanno suonato 21 anni fa promuovendo l'album 'Voodoo lounge'

Elton John sorprende Londra: regala un piano e suona in stazione

video È stata una piacevole sorpresa per i passeggeri in transito trovare un pianoforte al centro del salone della stazione di St Pancras a Londra. È un regalo di Elton John, che ha voluto inaugurare personalmente lo strumento suonando in poco più di tre minuti una carrellata dei suoi successi. Quindi, prima di allontanarsi con un inchino, ha lasciato un messaggio e una dedica con un pennarello bianco: "Enjoy this piano. It’s a gift. Love, Elton John". La performance di sir Elton, che coincide con l'uscita del suo nuovo album, Wonderful Crazy Night, è stata ripresa dai presenti e immediatamente diffusa sui social

Cronaca Italiana, le notizie del 4 febbraio

video Le notizie del giorno in un minuto- Il Cairo. Esaminato il corpo di Regeni, il ragazzo scomparso e ritrovato morto: riporterebbe segni di tortura. La polizia locale parla di incidente stradale. Renzi chiede chiarezza e il rimpatrio della salma- Carnevale blindato a Colonia. Dopo gli avvenimenti di Capodanno, mobilitati 2500 poliziotti per garantire l'ordine- Affittopoli. Roma avrebbe perso oltre 100 milioni all'anno per gli affitti irregolari. Una sede del Partito Democratico sarebbe debitrice di 170 mila euro, mentre una dell'ex Msi avrebbe un canone risalente al 1946