L'intercettazione shock tra i due boss: ''Qua facciamo cinquanta morti''

video "Qua se ne vanno morte cinquanta persone, questa è casa nostra". Così parlavano al telefono Antonio Gualteri e Vincenzo Mancuso, due esponenti di spicco della 'ndrangheta in Emilia-Romagna, entrambi arrestati nell'ambito dell'inchiesta Aemilia. Il primo è considerato uno dei sei capi del clan in regione, il secondo, invece, gestiva il denaro che arrivava dalla Calabria. In questa intercettazione, parlando "di quattro napoletani", da quanto si evince per problemi di "invasione" di territorio