Formigoni contestato a Lecco: insulti tra pochi applausi

video Pesante la contestazione fuori dalla Sala Don Ticozzi, all'arrivo del governatore a Lecco, tra striscioni e violente apostrofi ad opera di una trentina di membri di Quileccolibera, Movimento 5 stelle e Rifondazione Comunista. Formigoni, una volta entrato, fa orecchie da mercante: "Contestazione? Io ho sentito solo scroscianti applausi" dice, riferendosi a una decina di giovani che hanno tentato di coprire le urla con applausi