Firenze, chiavi della città a Richard Gere: "Mi interesso poco di politica e molto di esseri umani"i e superare differenze"

video "Sono stato molto onorato di ricevere questa onoreficenza e di riceverla da questa città e non prendo questa cosa alla leggera, credo che siamo tutti al mondo per aiutarci l'un l'altro". Lo ha detto Richard Gere, attore statunitense e attivista per i diritti umani in occasione della cerimonia di consegna delle Chiavi della Città di Firenze per il suo impegno dimostrato anche nel mese di agosto quando è salito a bordo della nave Open Arms. "A me non interessa la politica - ha aggiunto Gere - perché per me non ha senso, i volontari su quella imbarcazione" la Open Arms "sono degli angeli, quello che noi abbiamo in mente è di aiutare le persone, questa è l'unica cosa importante che rende significativa la nostra vita". L'attore americano ha detto che se "manteniamo un livello umano, senza pensare a cose stupide come la politica e cose simili, pensiamo soltanto al felice impulso umano di prenderci cura delle altre persone". Video di Giulio Schoen

Siria, Bonino: "Commozione per curdi non sia effimera, le sanzioni avranno prezzo anche per noi"

video "Spero che alla manifestazione del Pantheon partecipi anche gente di destra, ma vorrei tanto che questa giusta commozione non sia solo effimera". La senatrice di +Europa Emma Bonino, all'Ispi di Milano per una lezione inaugurale del master in Cooperazione Internazionale, invita chi aderirà alla fiaccolata "Stop alla guerra" per fermare l'attacco turco contro i curdi di martedì 15 ottobre a riflettere. "Se partono le sanzioni - ha spiegato Bonino - è vero che morderemo il sultano su alcuni dossier, ma anche noi avremo conseguenze su altri settori, come gas ed energia. Mi auguro che chi va in piazza sia disposto a pagare questi prezzi". Dopo aver incassato gli applausi degli studenti, Bonino ha concluso con una battuta: "Grazie per gli applausi, ma vedete anche di votarmi che in quarant'anni non lo avete mai fatto. Non sono King-Kong". Video di Andrea Lattanzi

Autonomia, Boccia incontra Sala a Milano. Il ministro: "Ereditata tanta propaganda, istruttoria in un mese"

video "Abbiamo ereditato tanta propaganda, non ho smontato io la proposta sulla scuola della Regione Lombardia, ma lo ha fatto l'ex ministro Marco Bussetti. Prima (nella precedente legislatura ndr) non eravamo a buon punto, eravamo arrivati semplicemente ad un punto”. Lo ha detto il ministro per gli Affari Regionali e le Autonomie, Francesco Boccia dopo l'incontro con il sindaco di Milano Beppe Sala a Milano. Uscendo da Palazzo Marino, il ministro si è soffermato sul convegno “Italia a 5 stelle”, dove dal palco non è stato affrontato il tema dell'Autonomia: “Era una delle priorità poste dal premier nel discorso di fiducia, mi basta quello”. E a chi gli chiede se servirà l’intervento di Grillo risponde sorridendo: “Grillo aiuta tanto, in questa fase ha aiutato tanto”. Di Edoardo Bianchi