Cina, cariche esplosive nel fiume ghiacciato: l'operazione per evitare il rischio inondazioni

video Una vasta operazione di detonazione è stata condotta sulla superfice ghiacciata del fiume Heilongjiang, nella Contea di Huma, nel nord-est della Cina. È stata decisa dalle autorità locali per prevenire, con l'avanzare della primavera, il rischio di inondazioni. "L'intervento si è reso necessario a causa delle alte temperature e delle scarse precipitazioni di questo inverno. In questo modo abbiamo tutelato le vite e le proprietà degli abitanti che vivono nei pressi del fiume", ha spiegato Li Yansong, direttore delle autorità delle acque di Huma. L'operazione ha interessato 2,7 chilometri del fiume. Le cariche esplosive sono state posizionate sotto la superficie ghiacciata. Al momento della detonazioni, enormi frammenti di ghiaccio sono esplosi in aria dando vita a uno spettacolo maestoso. L'operazione ha attirato un gran numero di curiosi e turisti che hanno pubblicato foto e video sui social media  video Reuters

Codice Rosso, l'approvazione del decreto legge alla Camera: lungo applauso in Aula

video Il decreto legge "Codice Rosso" ha incassato il prima via libera alla Camera e ora passerà all'esame del Senato. Nonostante non sia stata raggiunta l'unanimità, i voti a favore sono stati 380, nessun contrario. Insieme alla maggioranza hanno votato a favore FdI e Forza Italia. Spaccatura all'interno del governo gialloverde, che durante la discussione in Aula si è trovato diviso sulla castrazione chimica voluta dalla Lega e stoppata dai grillini  video Camera dei Deputati

Torre Maura, i primi rom lasciano centro accoglienza: applausi e saluti romani

video Continua la protesta a Torre Maura, periferia nel quadrante est di Roma, contro l'arrivo di alcune famiglie rom nel centro d'accoglienza di via dei Codirossoni. Come annunciato dall'amministrazione capitolina, il primo gruppo di rom è stato scortato via dal centro. Al passaggio dei due mini van si sono le levati applausi e cori di esultanza. Oltre ai residenti del quartiere erano presenti anche diversi esponenti del gruppo di estrema destra Forza Nuova, che hanno intonato l'inno d'Italia accompagnandolo con braccia tese e saluti romani di Francesco Giovannetti