Roma, consiglieri M5s tra smarrimento e speranze: "Frongia? Andiamo avanti lo stesso"

video Dopo l'arresto del presidente del Consiglio comunale di Roma Marcello De Vito per corruzione, una nuova tegola si è abbattuta sulla maggioranza grillina che regge la giunta della sindaca Virginia Raggi. L'indagine, sempre per corruzione, ai danni del dimissionario assessore allo sport Daniele Frongia, considerato un fedelissimo della stessa Raggi, non ha però provocato la stessa reazione toccata a De Vito, espulso dal M5s a tempo di record da Luigi Di Maio. "Frongia? Bisogna vedere cosa vuole dire un'indagine per corruzione. Al momento non abbiamo elementi per vedere se è stato commesso un reato", mette le mani avanti Andrea Coia. "Differenza di trattamento con De Vito? Non voglio entrare nel merito - si difende Cristiana Paciocco - Non sarebbe comunque giusto fermarsi per questo, noi andiamo avanti". Ma non tutti sono dello stesso avviso e le inchieste giudiziarie portano a galla le prime crepe "Non lo so se andremo avanti, non lo so", confessa Teresa Maria Zotta. di Francesco Giovannetti

Emilia Clarke e la lotta contro gli aneurismi: ''Ho taciuto per molto tempo''

video ''Ho taciuto su qualcosa che mi è successo per molto a lungo''. L'attrice Emila Clarke, tra i protagonisti della saga Il trono di spade, ha rivelato in un lungo articolo scritto per il New Yorker di aver avuto due aneurismi cerebrali dopo aver girato la prima stagione della serie tv. In questo video, pubblicato su Instagram, l'attrice britannica oggi 33 enne, lancia la sua associazione di beneficienza e spiega ai follower di aver affidato al magazine statunitense il racconto della sua malattia. L'associazione, SameYou, ha lo scopo di offrire cure alle persone che hanno subito danni cerebrali e aneurismi. ''Vorrei ascoltare le vostre storie - conclude Clarke nel video - è per questo che ho dato vita a tutto ciò''. Video: Instagram

Londra, veglia per le vittime della strage in Nuova Zelanda: l'haka a Trafalgar Square

video Durante una commemorazione a Londra per le vittime della strage nelle moschee di Christchurch dello scorso 15 marzo, un gruppo di persone ha eseguito la danza Maori haka. Lo stile scelto è quello della 'Ka Mate' (È la morte), reso famoso in tutto il mondo dalla squadra nezolandese di rugby All Blacks. In Nuova Zelanda l'haka si ritrova in moltissime cerimonie, dai matrimoni alle veglie. E nei giorni scorsi è stata interpretata più volte per ricordare le persone che hanno perso la vita nell'assalto. Video: Reuters

Torino, la "critical mass" dei ciclisti degenera: scontri con la polizia

video Scontri tra poliziotti e ciclisti, questa sera a Torino, in occasione di una "critical mass", manifestazione serale con cui chi va in bici si "riappropria" in qualche modo delle vie della città. Per motivi ancora da ricostruire con precisione, all'angolo tra corso Vittorio Emanuele e corso Re Umberto, in centro, sono scoppiati tafferugli tra i ciclisti e la polizia che è poi intervenuta in forze dalla vicina questura. A provocare le prime tensioni sarebbe stata la decisione dei manifestanti di girare in tondo nel grande incrocio per rallentare il traffico. A quel punto sarebbe intervenuta la polizia, che, secondo i ciclisti, avrebbe colpito due di loro. Risultato, tafferugli al centro della carreggiata e traffico completamente bloccato. di Jacopo Ricca