Quattro triestini riarrangiano "Bohemian Rhapsody" e incantano i Queen

video Il gruppo triestino "40 Fingers Guitar Quartet" si è cimentato nell'esecuzione del celebre pezzo "Bohemian Rhapsody" dei Queen, riarrangiato per 4 chitarre. I quattro musicisti hanno poi pubblicato il video che, oltre ad aver superato le 110 mila visualizzazioni su Facebook, con sorpresa ha ricevuto gli apprezzamenti dei Queen. Il video infatti è finito anche sul sito ufficiale dei Queen gestito dallo staff con la supervisione degli stessi musicisti della formazione attuale dei Queen (alla voce c'è oggi Adam Lambert con i membri storici Brian May&Roger Taylor). «Ci mandano spesso cover di canzoni dei Queen, ovviamente, e ciascuna a suo modo è unica e speciale - viene specificato sul sito dei Queen -, ma qualche volta qualcosa ci colpisce in maniera particolare e questa è una di quelle volte. Grazie a Matteo, Emanuele, Marco e Andrea, o 40 Fingers come si fanno chiamare, per aver creato una versione stupenda di "Bhoemian Rhapsody". Buon Ascolto!».I quattro chitarristi triestini che compongono i "40 Fingers Guitar Quartet" sono accomunati dalla passione per lo strumento e grande abilità tecnica. Tutti ben noti per i loro numerosi progetti: Matteo Brenci (Jack Savoretti, Elisa, Jake Barker, The Topix), Emanuele Grafitti (Canto Libero), Marco Steffè (Gipsy Quartet Remake), Andrea Vittori (The Winged Leaves). Hanno già conquistato il pubblico del TriesteLovesJazz l’estate 2017 e di nuovo in Piazza Verdi per la rassegna Hot in the City nel 2018 dove hanno presentato il nuovo album, il loro live comprende sia grandi classici da Piazzolla ai Beatles, dai Dire Straits a Eric Clapton passando per il jazz e la musica latina sia un vasto repertorio di brani da loro composti.Video by Giulio C. Ladini & Matteo Brenci. Grazie a: Fondazione Teatro Lirico Giuseppe Verdi - Trieste Centro Culturale Skd Tabor Good Vibrations

Mare Jonio, Bersani: "Secondo la Lega hanno architettato tutto per il voto sulla Diciotti? Ma come c.. si fa"

video "È una vergogna, prima li fai scendere, poi discuti di chi è la colpa. Li lasci in mare a ballare?". Sono parole di sdegno quelle del deputato Pierluigi Bersani, intercettato fuori da Palazzo Madama. "È un caso di disumanità, ma questa è la politica? Se perdiamo questo concetto basico non è che non siamo più politici non siamo più umani", ha continuato Bersani. "Secondo i leghisti quelli che prendevano acqua sul gommone hanno architettato tutto questo perché domani si vota in Senato sul caso Salvini? Ma come ca... si fa", sbotta. "Qui passa il criterio che un ministro, visto che ha la maggioranza, fa quello che vuole. Se ai 5 stelle va bene così a me non va bene. Ho fatto il ministro anche io e ho sempre pensato che bisogna rispondere alla legge non una, due volte, anche tre". video di Camilla Romana Bruno e Cristina Pantaleoni

L'erede di Rocco Siffredi, l'avventura di Mattia da Goito a Budapest

video Da gestore di un locale nel mantovano a pornostar. L'avventura di Mattia Sartore, 26 anni di Goito, è iniziata nel 2015 dopo aver superato la selezione per una delle più importanti scuole del porno: la Siddredi Hard Academy a Budapest, in Ungheria. Così si è ritrovato in un'improvvisa full immersion di due settimane nel mondo della sceneggiatura hard, in cui lui e gli altri dieci ragazzi venivano ripresi 24 ore al giorno e trasmessi in Tv. "È un vero e proprio mestiere - spiega Sartore -. Visto da fuori sembra semplice, ma non è così". L'articolo

Migranti sulla Mare Jonio, il medico a Salvini. "A bordo nessuna malattia, li faccia sbarcare"

video Non ha la polmonite e sta bene il giovane gambiano di 24 anni fatto sbarcare dalla nave Mare Jonio di Mediterranea, ferma davanti a Lampedusa con 49 migranti a bordo. Lo dice il medico del poliambulatorio dell’isola, Pietro Bartolo. “Anche gli altri immigrati a bordo stanno bene - assicura -, nessuno ha malattie pericolose per la popolazione. Sono terrorizzati perché non sanno che fine devono fare”. “Il mare è brutto, prosegue il medico, e a bordo non ci sono tanti servizi igienici. Spero che li facciano scendere entro 24 ore, ma dovrebbe decidere Toninelli, non Salvini. Il ministro dell’Interno batta i pugni A Bruxelles, non nel Mediterraneo". di Ernesto ManfrèRadio Capital

In giro per la città Vasco Rossi, Mina e Celentano: a Udine l'incontro dei sosia-vip

video Mina, Celentano, Vasco Rossi e gli altri colleghi del mondo dello spettacolo. Udine è diventata per un giorno la capitale dei "sosia-vip". Si sono ritrovati da tutto il Nordest prima in centro nel capoluogo friulano e poi ospiti della trasmissione televisiva di Daniele Paroni a Telefriuli. Prepareranno il ?Premio simpatia? per raccogliere fondi da dare in beneficenza . Per alcuni la somiglianza è lampante, altri puntano sulla simpatia (Video Gianni Strizzolo) - L'articolo