Madia: "Pd Romano era ostaggio delle correnti, in tanti lo denunciavamo"

video "Facendo le primarie dei parlamentari ho visto delle vere e proprie piccole associazioni a delinquere sul territorio”. Così l'attuale ministro della Pubblica Amministrazione denunciava un anno fa il deterioramento del Pd di Roma, puntando il dito contro i falsi tesseramenti e le guerre tra dirigenti. Parole che sono tornate in mente a molti nei giorni dell'inchiesta sulla mafia romana, dopo che il Partito Democratico di Roma è stato commissariato proprio per arginare le derive di illeciti e irregolarità. A margine dell'assemblea degli iscritti al Laurentino 38, dove è stata convocata per discutere della situazione del partito, Madia torna su quelle parole: "La mia era una denuncia politica". Il ministro però difende le primarie: "Sono uno strumento meraviglioso, ma devono essere libere"(video di Marco Billeci)

Pd, Orfini: ''Ho chiesto a Barca di verificare situazione circoli di Roma''

video "Il Pd a Roma negli ultimi anni è stato segnato da un'infinita guerra tra bande e così ha preso in ostaggio migliaia di iscritti e militanti". Così il presidente del Pd e commissario del partito a Roma nel corso del suo intervento all'assemblea degli iscritti organizzata dal partito dopo le polemiche per il coinvolgimento di alcuni esponenti dem nell'inchiesta sulla mafia a Roma. Orfini ha annunciato di aver ottenuto la disponibilità dell'ex ministro della Coesione Territoriale Fabrizio Barca a verificare uno a uno lo stato del tesseramento e l'attività nei circoli della capitale, a seguito delle diverse segnalazioni di irregolarità negli ultimi mesi(di Marco Billeci)

Sicurezza stradale, il videomessaggio di Renzi: "Stop a impunità nel 2015"

video "Adesso non ci sono più alibi, l'omicidio stradale e l'ergastolo della patente sono due provvedimenti che il Parlamento finalmente ha iniziato a esaminare". Così il presidente del Consiglio Matteo Renzi, in un videomessaggio alla famiglia di Lorenzo Guarnieri, per i 4 anni di attività dell'Associazione Lorenzo Guarnieri. Il ragazzo fu travolto e ucciso nel giugno 2010 nel Parco delle Cascine a Firenze da un uomo di 45 anni che guidava ubriaco e drogato

M5S, Grillo: "Chiedo a Lega e FI di appoggiare referendum No-euro"

video "Vediamo se hanno la faccia di dire che sono contro. Perché se sono contro hanno preso per il culo milioni di italiani". Così il leader del M5S Beppe Grillo parlando dell'iter che potrebbe portare a un referendum sull'uscita dall'euro e per cui è in programma una raccolta firme a partire dal 13 dicembre. "Portiamo tre milioni di firme'', ha detto Grillo. ''Anche una parte del Pd è favorevole"(video di Francesco Giovannetti)