Sarri nuovo allenatore della Juventus: "Il Napoli? Ho sempre dato tutto e rispettato tutti"

video "Da bambino ero tifoso del Napoli e lì ho dato tutto, dal punto di vista professionale e morale". E' quanto ha detto il nuovo allenatore della Juventus, Maurizio Sarri, durante la conferenza stampa di presentazione. Il tecnico toscano non rinnega il suo passato partenopeo. "Nell'ultimo mese ho avuto dubbi, che la società mi ha tolto presentando Ancelotti. Non è stata colpa della società, ma mia, perché il dubbio tra continuare o andare via era forte. Ho preferito andare all'estero, per non passare subito a un'altra italiana. Penso di avere rispettato tutti". Video: Reuters

Milano, 'no' all'abbandono di cani e gatti: lo sketch comico di Ale & Franz

video Uno sketch comico con protagonisti Ale & Franz per dire 'no' all'abbandono degli animali. Si chiama '#Tuttescuse' la campagna promossa da Oipa (Organizzazione internazionale per la protezione degli animali) con il patrocinio del Comune di Milano contro l’abbandono di cani e gatti, che quando arriva la stagione estiva diventa tema caldo. Il video è stato girato nel Parco rifugio canile e gattile del Comune di Milano, gestito dall'associazione: i due testimonial hanno riletto in chiave comica il concetto delle scuse che vengono addotte da chi abbandona gli animali. "Oltre alle classiche forme di abbandono ancora diffuse, negli ultimi anni abbiamo registrato un aumento della cessione volontaria dei cittadini dei propri cani sempre con scuse banali - ha commentato Massimo Comparotto, presidente Oipa Italia Onlus - frutto della facilità con cui ancora oggi i cani possono essere acquistati o adottati senza gli adeguati controlli"

Maturità 2019, Guido Tonelli, fisico del Cern: "Una prova che permetterà di affrontare le sfide future"

video Guido Tonelli, fisico del Cern, docente all'università di Pisa e portavoce dell'esperimento che ha portato alla scoperta del bosone di Higgs, si è sin da subito detto favorevole all'introduzione della fisica nello scritto alla Maturità scientifica. La maggior parte dei quesiti sono incentrati su questioni di elettromagnetismo. "Per risolverli bisogna conoscere la forza di Lorenz, la corrente di spostamento... insomma bisogna conoscere le leggi di Maxwell – il suo commento - Oggi senza l'elettromagnetismo il mondo intero avrebbe una forma diversa: è necessario che questi elementi di cultura scientifica generale siano fatti propri dalle nuove generazioni". Dunque la prova è promossa: "Avere alla Maturità prove di questo genere consentirà un aumento delle competenze scientifiche del nostro sistema educativo e permetterà ai ragazzi che la supereranno di presentarsi alle sfide del futuro, in università, con maggiori chance di successo".

Strage di Viareggio, attesa per la sentenza d'appello. I familiari: "'Ci aspettiamo sentenza lineare, aumentare le pene'"

video "La sentenza di oggi deve essere giusta, lineare. Mi aspetto come minimo la conferma delle pene stabilite in primo primo grado, se non aumentate". A parlare è Daniela Rombi, madre di Emanuela Menichetti: la ragazza morta a 21 anni per le gravi ustioni riportate a seguito dell'esplosione del vagone cisterna alla stazione di Viareggio, il 29 giugno 2009. Nella strage persero la vita 32 persone. Rombi è una dei tantissimi familari presenti al palazzo gi giustizia di Firenze, dove è attesa la sentenza d'appello del processo in cui è imputato tra gli altri anche l'ex ad di Rfi e Fs Mauro Moretti. "Pretendiamo e abbiamo bisogno di giustizia, non solo per noi. Le prove portate in aula sono evidenti", ha concluso Rombi. L'ARTICOLO: Firenze, processo di appello per la strage di Viareggio: oggi la sentenza Video di Giulio Schoen

Caserta, concerto per l'ex Canapificio: il sindaco mette a disposizione altri locali

video "L’amministrazione comunale mette a disposizione dell’ex Canapificio anche l’ex asilo di via Barducci, ove le strutture indicate dalla Regione non dovessero bastare per le attività sociali". Sono quasi le 21 quando un lungo applauso saluta l’annuncio del sindaco di Caserta, Carlo Marino, che dal palco di Villa Giaquinto, dove si tiene il concertone di solidarietà con il centro sociale ex Canapificio, dà l’annuncio di un’ulteriore disponibilità di locali. Dal 12 marzo scorso, infatti, da quando la struttura regionale di viale Ellittico fu sequestrata per inagibilità strutturale, le attività del centro soicale sono sparse in giro per la città. Di Raffaele Sardo

Cinema America, Borghi: "Aggressori non sono fascisti ma parassiti della società"

video Alessandro Borghi, attore che ha interpretato - tra gli altri - il ruolo di Stefano Cucchi nel film 'Sulla mia pelle', ha postato un video su Instagram in cui commenta l'ultima aggressione subita da una ragazza che fa parte dell'associazione Piccolo Cinema America di Roma. "Per me voi non siete fascisti, ma parassiti della società, persone che dovrebbero essere resettate e rieducate", ha detto Borghi. "Vorrei che queste persone non si sentissero più libere di poter fare una cosa del genere, adesso capiremo come fare". Video: Facebook/I ragazzi del Cinema America

Gruber a Di Battista: "Se siete come Alice nel paese delle meraviglie non candidatevi a governare. Studiate prima"

video Durante l'ultima puntata di Otto e Mezzo, trasmissione condotta da Lilli Gruber in onda su La7, l'esponente del M5S Alessandro Di Battista ha sostenuto che "nella vasca di squali della politica italiana, noi siamo brave persone che si sono rinchiuse nei Ministeri tentando di risolvere una serie di problemi". Un'affermazione cui la giornalista ha replicato: "Lei non mi può dipingere i rappresentanti del suo partito come delle brave persone che sono un po' come 'Alice nel paese delle meraviglie': se siete così non vi candidate a governare. Studiate prima, poi forse andate al governo".  Video: La7

Camorra, clan Di Lauro: guardaspalle prova il mitra in strada davanti alla casa del boss

video Più volte guarda l'arma da guerra che ha, la maneggia, poi la carica e scarica. Guarda ogni auto che passa, e chi è al volante già sa che se passa davanti casa del boss Salvatore Di Lauro non deve né accelerare troppo, né rallentare troppo. Lui è lì a fare la guardia armata, come un militare davanti a un obiettivo sensibile. È Salvatore Aldo ad avere il compito di proteggere la vita e i beni di Salvatore detto 'il terremoto', figlio del capoclan Paolo Di Lauro, fratello di Cosimo, Marco, Antonio, e Nunzio,la dinastia criminale che negli anni ha prima conquistano Mugnano, poi i quartieri di Napoli di Secondigliano e Scampia, fino a cedere spazio agli scissionisti del clan Amato-Pagano nella feroce faida del 2004-2005 in cui furono uccise quasi 90 persone in meno di sette mesi. Da qualche tempo però il clan è tornato in auge perchè i fratelli Di Lauro, ad eccezione di Cosimo in carcere dal 2005 e Marco preso a marzo scorso dopo 15 anni di latitanza, sono tutti liberi. E come fece il padre, così hanno fatto loro: hanno cercato di stare in silenzio e fare affari. Così una telecamera dei Ros dei carabinieri inquadra Salvatore Aldo (anche lui arrestato nella retata di questa notte che ha portato in carcere 13 persone delle 15 destinatarie di misura cautelare) maneggiare una mitraglietta Uzi; è davanti alla casa del boss nel rione dei Fiori a Secondigliano, meglio conosciuto come 'il terzo mondo', un dedalo di vicoli che ricordano tanto il centro antico di Napoli ma che invece nascondono a ogni angolo piazze di eroina, kobret, e hashish. Solo in quella zona, quindi senza Scampia e la Vanella Grassi, i guadagni sono di circa un milione di euro al mese, tra spaccio ed estorsioni.carabinieri

Camorra, colpo al clan Di Lauro: 13 arresti

video I carabinieri del Ros e del reparto operativo di Napoli hanno eseguito 13 ordinanze di custodia cautelare in carcere nei confronti di indagati ritenuti affiliati al clan Di Lauro e soggetti appartenenti a clan alleati come Vinella Grassi, che avrebbero commesso delitti per conto dei Di Lauro. L'ordinanza è stata emessa dal gip di Napoli, in seguito ad indagini della Dda.Le attività di indagine - fondate su dichiarazioni di collaboratori di giustizia, intercettazioni e riscontri - hanno consentito di ricostruire l'organigramma del clan attuale e, soprattutto, l'evoluzione del ruolo di Marco Di Lauro, catturato il 2 marzo scorso dopo quasi quindici anni di latitanza, nonché l'articolazione militare ed in parte economica, con il riciclaggio dei proventi illeciti della consorteria.carabinieri