Con "Dolomiti wild" la montagna è a portata di tutti

Stefano VietinaCaralte. «Contribuire alla rinascita del nostro territorio infondendo conoscenza e consapevolezza nei giovani residenti, perché restino qui; offrire un luogo dove incontrarsi; diventare una valida offerta turistica per chi frequenta le nostre valli». Questi gli obiettivi di sei amici (guide alpine, accompagnatori di media montagna e appassionati) che hanno deciso di lanciare Dolomiti Wild a Caralte di Cadore, aderendo a un bando lanciato dall'Unione Montana Centro Cadore, proprietaria dell'immobile dove qualche anno fa era nata Stazione Dolomiti. L'inaugurazione oggi alle 17.«L'idea», spiega Nicoletta Bertoldini, classe 1970, originaria di Venezia, «nasce da un progetto che abbiamo preparato tempo fa per le scuole e che si chiamava, non a caso, "Conoscere per restare". Ciascuno di noi sei amici, tutti tra i 40 ed i 50 anni, ha un diverso background, ma ci accomuna una grande passione per la montagna e il desiderio di valorizzare il nostro territorio. Cerchiamo di contribuire, nel nostro piccolo, a far sì che i giovani frequentino la montagna in sicurezza, non perdano le loro radici, e sappiano un giorno sostenere e favorire la valorizzazione del territorio».Nasce così Dolomiti Wild, un vero centro per la montagna situato all'ingresso delle Dolomiti, «volto a promuovere attività e cultura in un'ottica di sostenibilità». Con al proprio interno una palestra di arrampicata indoor aperta al pubblico; un ufficio guide alpine; un punto di informazione per turisti; la vendita di prodotti del territorio, libri e guide di montagna, attrezzatura e accessori; un bar; una biblioteca di montagna, aperta a tutti; un noleggio ciaspe e kit da ferrata. «Ci rivolgiamo a chi vuole imparare ad arrampicare», spiega il marito di Nicoletta, Diego Stefani, classe 1967, guida alpina e maestro di sci, «oppure fare una via ferrata, o scoprire le Dolomiti accompagnati da una guida. A chi vuole ricevere qualche consiglio sui trekking più famosi o quelli più wild. A chi vuol far vivere esperienze indimenticabili ai propri bambini, a contatto con la natura e seguiti da personale qualificato. Noi del Dolomiti Wild sappiamo, insomma, consigliare e fornire ciò di cui c'è bisogno per affrontare un'avventura sulle Dolomiti».Le escursioni organizzate e i corsi sono pubblicati su Instagram e Facebook, così come le varie proposte e i programmi con il calendario delle attività proposte, dedicate ad adulti e bambini. «Poi puntiamo molto anche sui servizi», prosegue Nicoletta, «come una biblioteca ricca di testi e riviste sulla montagna; uno spazio dove si organizzano eventi culturali, interventi di esperti, esposizioni fotografiche, presentazioni di libri, conferenze; il noleggio di attrezzatura. E soprattutto l'info point, un punto di riferimento dove i turisti trovano informazioni, attività ed eventi».C'è anche un negozio, dove si possono trovare prodotti tipici, come miele, succhi di frutta, composte, mele secche, polenta, pasta, creme, olii essenziali. Ed attrezzatura ed accessori per la montagna, zaini, bastoncini, borracce, guide, mappe e libri sulle Dolomiti, souvenir originali. --