Ponte in C2 con Robson Salta l'iscrizione del Cusighe

Gianluca Da PoianPONTE NELLE ALPI. Ponte, avanti con la C2. Niente D invece per il Cusighe. Sempre più delineati i contorni del futsal provinciale in vista della prossima stagione. Di sicuro il Ponte continuerà ad essere la terza squadra del bellunese, dopo Giesse Canottieri e Giorik Sedico in serie B. In panchina siederà ancora Robson Fernandes. Non ce la fa invece il Cusighe, che voleva partecipare al suo primo torneo Figc. QUI PONTEDopo aver agguantato i playoff di C2, con eliminazione solo nella finale del girone a Miane, il presidente Sindoca da subito si è messo a lavorare Partendo da una conferma, quella di mister Robson.«Continuerà con noi, nonostante stiano emergendo complicazioni a livello regionale per le regole legate al patentino del mister. A questo punto è necessario vedere le prescrizioni dei regolamenti: speriamo non siano previste multe salate o quant'altro».Come organico, nessuno sbilanciamento. Di sicuro andrà via Mauro De Bortol, pur restando l'intenzione della società di confermare quanti più ragazzi possibili. «Solo con il roster abbastanza definito capiremo verso dove indirizzare i nostri obiettivi. L'unica certezza è che ci piacerebbe iniziare bene fin da subito. Lo scorso anno eravamo tutti nuovi ed in più i giocatori dovevano comprendere le richieste del nuovo mister. Poi nel ritorno ecco infilato quella lunga striscia di risultati utili consecutivi».Confermata la sede di gioco a Longarone, ritenuto più adatto rispetto al vecchio campo del Pala Mares. QUI CUSIGHENiente serie D. Ma forse pure niente Aics. «Siamo andati troppo in là con i tempi», fa sapere la dirigenza del Cusighe. «L'ingresso nei campionati ufficiali verrà rimandato al prossimo anno se ci saranno le condizioni ideali. Ancora nell'Aics? Vedremo. Se aumenteranno le squadre sì, altrimenti niente da fare».L'unica novità è il Gemelle. In attesa di capire come si muoverà il Longarone. -- BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI