Strutture scolastiche sotto la lente in consiglio

LONGARONE. Carenze e potenziamento di strutture e offerta scolastica territoriale al centro del dibattito nell'ultimo consiglio comunale. Il gruppo di minoranza "Longarone una comunità" ha infatti presentato due interrogazioni in merito. La prima, con Rizzieri Oliver, si focalizza su alcune problematiche logistiche. «Nelle nostre scuole dell'istituto Comprensivo - spiega - ci sono alcune carenze di infrastrutture e logistica. Finalmente sono attivate le tende alle scuole medie, sollecitate già a marzo, ma segnalo che sono state montate male. Questo è solo un piccolo aspetto in una lunga lista di miglioramenti richiesti da docenti e famiglie: dotare le aule delle lavagne interattive, portare una linea di connessione ad alta velocità visto che le scuole sono tra le più lente della provincia in questo senso e migliorare l'impianto di riscaldamento che a volte funziona poco e altre volte invece troppo. Poi c'è sempre il nodo del servizio mensa con alcuni cambiamenti che devono andare in regime. Comunque suggeriamo di lavorare di concerto con tutti i soggetti ovvero scuola, famiglie e amministrazione per trovare le migliori soluzioni». Il sindaco Roberto Padrin ha risposto che nel prossimo consiglio comunale ci sarà l'elenco preciso di tutti gli interventi nelle scuole, facendo anche ragionamenti sullo spopolamento e sulla probabile necessità di accorpare i plessi di elementari e materne. Tutto questo in attesa della nomina del nuovo dirigente scolastico che prenderà il posto di Massimo Pisello, che andrà in pensione. Silvia Da Ronch invece chiede di istituire un servizio di aiuto per gli alunni con problemi di apprendimento magari con una sorta di doposcuola con vari esperti che possano lavorare di gruppo, come si fa in altri Comuni. L'assessore alla scuola Manola Sacchet si dichiara possibilista e provvederà ad attivarsi per pensare a progettazioni varie in concerto con i servizi Usl, magari sfruttando gli spazi già esistenti della stanzetta dei giovani a Pirago. --E.D.C.