Il Sedico cambia sponsor e con Giorik pensa in grande

Gianluca Da PoianSEDICO. D'ora in poi, chiamatela Giorik Sedico. Nuovo main sponsor, identiche ed anzi ancor più alte ambizioni sportive. La nuova stagione sportiva nel calcio a 5 provinciale si apre con questo annuncio. Una delle più importanti realtà imprenditoriali nel campo della ristorazione professionale si unisce al Sedico. Sarà dunque questo il nome almeno per il campionato 2019-2020, anche se l'auspicio di tutti è quello di un matrimonio destinato a durare più a lungo. Kanguro, main sponsor nelle scorse annate, continuerà comunque a sostenere il Sedico. ENTUSIASMOEnorme la soddisfazione del titolare di Giorik, Paolo Candiago.«Quest'accordo fa parte di un percorso di consolidamento sul territorio da cui proveniamo. Nasce dalla volontà di sostenere una squadra che, come noi, sta crescendo. Valorizzare le eccellenze di Sedico è dunque missione condivisa».Felice per l'accordo, e non potrebbe essere altrimenti, il presidente del sodalizio calcettistico Pierangelo Deon.«Sedico è una realtà importante nel panorama nazionale, dal punto di vista imprenditoriale, sociale e sportivo. È motivo d'orgoglio far parte di questa missione. Per quanto ci compete, ovvero la parte sportiva, siamo consapevoli che si debba crescere ancora, lavorando con l'idea di raggiugere obiettivi sempre più ambiziosi e la nuova collaborazione con la Giorik ci coinvolge maggiormente. Abbiamo ottenuto grandi traguardi con Kanguro (dalla C2 alla quasi promozione in A2, ndr) e ringrazio la famiglia Buzzatti per tutto quello che ha fatto e che comunque continuerà a fare. Nel futuro, assieme a Giorik, sono convinto scriveremo un nuovo capitolo della storia del Sedico. Una parternship così importante ci impone di sognare in grande e lavorare per riportare il futsal bellunese al top nazionale».AMBIZIONI E MERCATODunque ora l'obiettivo è allestire una squadra in grado di entusiasmare pubblico ed appassionati. L'aver raggiunto la semifinale playoff nella passata stagione, con l'eliminazione di misura per mano del Pordenone nonostante una squadra senza professionisti nella gara di ritorno, significa partire da una base ottima. Sia chiaro, non verrà cercata l'A2 a tutti i costi, però se dovesse arrivare la promozione stavolta nessuno si tirerebbe indietro. Al momento, di ufficiali ci sono stati alcuni addii. Pesante, a livello di esperienza, la separazione con capitan Riccardo Crescenzo, ma enorme è risultato il dispiacere pure nel salutare i vari Zanvettor, Lago, Fontanive e Paganin. Quasi certa la riconferma di Rossetto, Bottega, De Longhi, Farhan, mentre filtra ottimismo riguardo la stretta di mano anche con Dos Santos e Storti. Lontano, invece, un Taliercio bis. Ma chi arriverà? Qui il Sedico lavora sotto traccia. Due nomi però sono già usciti. Tra i pali, ad esempio, atteso Steve Battistuzzi, nell'ultimo campionato al Longarone Altra pista bellunese vede un interesse nei confronti di Fabio Brancher del Cavarzano. Già a Sedico con l'under 21 da dicembre 2017 a giugno 2018, era poi tornato al calcio a 11. Però le qualità non gli mancano assolutamente e il ragazzo viene valutato come pronto per dire la sua in un campionato nazionale. Da vedere se l'eventuale trattativa si svilupperà in maniera positiva. Infine, naturalmente, arriveranno dei professionisti.GIOVANINel frattempo, si cercano ragazzi per completare l'organico dell'under 19 nazionale. Il Sedico invita i ragazzi interessati, nati tra il 2001 e il 2004, a contattare i numeri 348 3533710 (Denis), 335 5704054 (Pierangelo) e 347 8849160 (Christian). Allenamenti a Sedico. --