Zaia attacca l'Alitalia «Solo tre voli al giorno Veneto abbandonato»

Filippo Tosattovenezia. Non bastava la soppressione del treno mattutino no stop per la Capitale che scatena la furia dei padovani contro Fs. «Stanno sparendo tutti i voli di Alitalia dal Veneto, di collegamenti feriali Venezia-Roma ne sono rimasti tre, è assurdo, un territorio come il nostro non può essere servito in questo modo», sbotta Luca Zaia conversando con i giornalisti a margine di un incontro trevigiano che l'ha visto al volante di un trattore. «Sono in molti a protestare, soprattutto imprenditori, chi ha impegni di lavoro nella prima parte della giornata deve fare la notte in bianco per prendere l'aereo delle 6.20, tempo fa c'erano partenze a metà mattinata e nel primo pomeriggio, non capisco perché siano sparite. La Save non c'entra, sia chiaro, chiedete a Di Maio... ».la polemica politicaImmancabile la frecciata al vicepremier a 5 Stelle con delega allo Sviluppo economico e al destino di Alitalia che, al pari degli altri ministri grillini, gli insofferenti leghisti veneti considerano una sorta di sciagura nazionale. Né il governatore ha mai lesinato critiche alla gestione dell'indebitatissima compagnia di bandiera, di recente definita «cadavere eccellente» incapace di assicurare servizi adeguati al terzo scalo del Paese.«operativitÀ invariata»Interpellate, fonti di Alitalia, pur evitando la polemica diretta, informano che «alcuni problemi tecnici avevano effettivamente imposto la sospensione del volo notturno Venezia-Roma ma sono stati risolti e il collegamento riprenderà regolarmente a metà giugno, la nostra operatività risulta così invariata». Nel dettaglio del presunto disimpegno dal Veneto null'altro è dato di sapere e tantomeno su possibili investimenti per potenziare il servizio: oggi la compagnia tricolore, al centro di una trattativa mirata all'ingresso di soci internazionali e il salvataggio, sembra costretta a navigare a vista.caon (FI) punge la legaA punzecchiare Zaia, peraltro, provvede Renato Caon, deputato padovano di Forza Italia: «Da un presidente di Regione con il 62% di gradimento, il cui partito ha il 50% dei voti in Veneto e governa il Paese, mi aspetterei qualcosa di più. Possibile che non si possano riavere un treno e qualche aereo in più richiesti da tutte le categorie economiche e da centinaia di cittadini? La Lega non riesce a garantire neppure questo? A cosa serve allora tutto il consenso che ha ricevuto dalla nostra gente?». --