«Episodio molto preoccupante Dobbiamo correre ai ripari»

BELLUNO. «Quello accaduto alla Costan-Epta di Limana è una cosa che può capitare a tutte le nostre imprese, grandi o piccole che siano, ed è per questo che invito tutti gli imprenditori a difendersi, investendo in sistemi di sicurezza». A dirlo è la presidente di Confindustria Belluno, Lorraine Berton che si dice preoccupata per quanto sta accadendo al gruppo che gestisce la più grande impresa metalmeccanica del Bellunese. «Il tema della sicurezza informatica, soprattutto ora che andiamo verso l'industria 4.0 e una digitalizzazione dei processi anche produttivi», sottolinea, «è uno di quelli che intendiamo affrontare molto presto con un convegno. Su questo dovremo muoverci velocemente. La cosa che deve farci riflettere è che questi attacchi informatici, che sono un atto criminale non dimentichiamocelo, non risparmiano nessuno».Berton evidenzia che episodi di hackeraggio sono già capitati anche ad altre imprese bellunesi, «nei mesi scorsi, anche se non a questa portata. La vicenda della Costan è un fatto molto grave». La presidente invita quindi tutti i colleghi «a non perdere tempo e a munirsi di tutti quei sistemi, anche informatici, per garantire la sicurezza dei dati e dei sistemi. Alle volte», confessa il capo degli imprenditori bellunesi, «verrebbe da pensare che questi episodi capitino per spingerci a mettere mano al portafogli e a investire sulla sicurezza. Comunque sia, siamo di fronte a default che devono spingerci a intervenire. Chiederemo alla Regione e al governo di sostenerci in queste spese. Il nostro know how fa gola a tanti nel mondo e quindo dobbiamo agire con cautela, attenzione e velocemente». --P.D.A.