Luxottica, conti positivi

AGORDO.Luxottica ha registrato nei primi tre mesi del 2010 una crescita del 20,8% dell'utile netto rispetto allo stesso periodo del 2009. Lo comunica il gruppo, leader nella produzione e commercializzazione di occhiali, al termine della riunione del cda, che ha approvato i risultati consolidati del trimestre. Il fatturato ha mostrato un incremento del 7% (a parità di cambi) e del 6% (a cambi correnti), rispetto ai primi tre mesi del 2009. Il margine operativo lordo, inoltre, è cresciuto del 6,9% (passando da 227 milioni di euro a 242,6 milioni); mentre il risultato operativo si è attestato a 171,2 milioni (+11,7%).
«Grazie all'attento controllo del capitale circolante», si legge, «il gruppo ha ottenuto una generazione di cassa positiva (oltre 40 milioni di euro) in un trimestre in cui, tradizionalmente, tale dinamica è, invece, negativa». A causa dell'effetto cambio - si prosegue - l'indebitamento netto al 31 marzo 2010 è risultato pari a 2,421 miliardi di euro (contro i 2,337 miliardi a fine 2009).
«I risultati del primo trimestre rappresentano un avvio di anno solido e promettente», ha commentato l'ad Andrea Guerra. «Il 2010 si sta confermando come un anno "normale" che, per Luxottica, significa innanzitutto crescita. Oakley conferma di essere un marchio eccezionale e la performance sui mercati emergenti è il frutto degli investimenti fatti in queste regioni».
Guerra ha rimarcato anche il «buon andamento» del gruppo negli Stati Uniti e sostenuto che i buoni risultati ottenuti nei primi tre mesi dell'anno rappresentano «un'ottima base di partenza per il 2010». «Affrontiamo il prosieguo dell'anno serenamente, consapevoli che la ripresa economica sarà più selettiva e che sarà, quindi, determinante cogliere con semplicità e velocità le opportunità che si presenteranno».