Polisportiva in festa

SAN VITO. La Polisportiva Caprioli ha premiato le sue speranze. La sala congressi di San Vito ha ospitato il tradizionale appuntamento organizzato dal sodalizio per la consegna dei premi ai ragazzi distintisi nella stagione nelle diverse discipline dell'atletica, contribuendo ad elevare il prestigio del paese sulla scena sportiva anche nazionale. Gli onori di casa li ha fatti Giorgio Canal, allenatore dell'atletica, che ha voluto ringraziare i collaboratori tecnici Luciano De Barba e Roberto D'Amico, attuale presidente del sodalizio, il vice presidente della Caprioli Stefano Menegus, il sindaco Gianpietro De Vido e soprattutto gli atleti.
La giornata ha voluto anche festeggiare l'arrampicata con un premio speciale a Luca Zardini 'Canon". Il primo a complimentarsi con gli allenatori, i ragazzi e i genitori è stato De Vido. «La nostra Amministrazione è da sempre vicina alla Caprioli», ha detto, «in quanto i ragazzi sono il nostro futuro e stare loro vicini è un nostro dovere che portiamo avanti sempre con piacere».
«L'atletica ha ottenuto un posto di primo piano nel panorama sportivo sanvitese», ha sottolineato Canal, «e questo si è anche visto nella nomina di D'Amico a presidente: uomo generato dall'atletica».
Il 2008, come gli anni precedenti, ha visto la Caprioli sempre ai massimi livelli. E' stato l'unico sodalizio della provincia di Belluno che ha visto due atleti vestire la maglia azzurra in atletica leggera. I primi riconoscimenti sono stati consegnati ad Alessandro Sala e a Giuljan Sambo della categoria esordienti B. Elisabetta Zambon e Gabriele Piva sono stati premiati per la categoria esordienti, per gli ottimi risultati raggiunti. Una targa è andata poi a Luca Molfetta e ad Andrea Tabacchi, punte di diamante dell'atletica Caprioli, che regalano continue soddisfazioni. Yolanda Clant è stata premiata quale rivelazione della Caprioli. La giovane si è aggiudicata il terzo posto ai campionati italiani Master sui 400 metri. Per la corsa su pista è stato premiato Matteo Riccardi. «Un atleta esemplare», ha detto Canal, «che affronta lo sport con la massima dedizione in tutte le specialità». Atleti dell'anno sono stati consacrati Martina De Biasi e Luca Cagnati. La prima per l'impegno, la dedizione e gli ottimi risultati raggiunti; il secondo per aver vestito la maglia azzurra agli Europei in Germania. Il prossimo obiettivo per Cagnati è quello di partecipare ai Mondiali 2009 che si disputeranno in Italia. Un premio speciale è poi andato a sorpresa al vice presidente Stefano Menegus. «In sei anni di presidenza», ha ricordato Canal, «mi ha sempre incoraggiato e aiutato». Per l'arrampicata Luca Zardini 'Canon", nel venire eletto atleta dell'anno, ha voluto ringraziare Michele Ossi, quale anima dell'arrampicata a San Vito. (a.s.)