Alex Penciu, un esempio per lo sport bellunese

PEDAVENA . La vera essenza dello sport. Nella festa organizzata dal Coni e dal gruppo Giovani Industriali di Assindustria svoltasi in Birreria Pedavena, sono stati premiati molti atleti distintisi nelle competizioni nazionali e internazionali e che hanno saputo cogliere la vera essenza dello sport che assomma a sé, tra gli altri, passione, determinazione e rispetto per l'avversario. La Provincia, presente con il presidente Reolon e l'assessore Lise, ha consegnato il premio «Sport e merito» ai ragazzi che, oltre a distinguersi nelle discipline sportive, hanno ottimi risultati anche a scuola.
Nella sala degli elefanti della Birreria si sono incontrate e incrociate molte storie di famosi sportivi e di aspiranti campioni: dai minuti gemelli Carlin, che con il campionato italiano under 14 di bocce, hanno sfatato il tabù di uno sport destinato solo ai più anziani, ai simpaticissimi ragazzi del bob su pista naturale che, sebbene siano poco conosciuti in provincia, hanno conquistato l'Europa. E poi c'è stato il premio dei Giovani imprenditori di Assindustria Belluno consegnato alle società che fanno propaganda delle discipline sportive, e cioè quei sodalizi che avvicinano i più giovani alla realtà sportiva, come, tra gli altri, la Lega navale di Belluno, la Polisportiva Sovramonte e l'Orienteering Dolomiti. Poco calcio tra i premi consegnati perché, come ha ricordato Gigi De Prà, vice-presindente dei Giovani Industriali, «lo sport da promuovere non è solo il calcio, ma sono tutti gli sport alternativi, che in pochi conoscono e che non hanno la stessa visibilità del calcio». E allora ecco il premio all'Agordina, società a cui molte altre dovrebbero guardare perché nelle giovanili di questo sodalizio tutti i ragazzi giocano e scendono in campo e condividono con i compagni la gioia per aver partecipato.
Al mito del rugby Alex Penciu è andato il riconoscimento dei Giovani Imprenditori per il dirigente dell'anno: dal 1981 a Belluno, è un esempio vivente di essenza dello sport perché, una volta smessi i panni di giocatore, si è dedicato all'insegnamento e alla propaganda dello sport per poi passare all'insegnamento del nuoto ai ragazzi disabili. Il Coni ha poi premiato uno dei pilastri della storia dell'hockey bellunese: Nilo Riva, dell'Hockey Alleghe.
Durante la serata di premiazioni è stato ricordato anche il compianto Celeste Bortoluzzi, grande sportivo e amante dello sport, che ha fortemente voluto la collaborazione tra Assindustria Belluno e Coni, per la conoscenza e lo sviluppo dello sport in provincia.
Premio Provincia Sport e merito: Matteo Mastellotto (Feltrese), Agnese Tartaglione (Sportivi ghiaccio Cortina), Andrea Scazanello (Sci Club 18), Samuel Dalla Gasperina (Polisportiva Santa Giustina), Maria Paniz (Athletic club Belluno), Andrea Fagherazzi (Arcieri Piave), Fabio e Mauro Carlin (Bocciofila Dolada), Emanuele Casali (Rugby Feltre).
Premio alle società Giovani imprenditori: Rugby Belluno, Orienteering Dolomiti, Bocceclub Belluno, Hockey club Pieve di Cadore, Polisportiva Sovramonte, Lega Navale di Belluno, Athletic Club Belluno, U.S. Agordina, Juventus Alpina.
Premio al dirigente Giovani Imprenditori: Alex Penciu.
Medaglie d'argento del Coni: Fausto Cerentin (terzo Coppa del Mondo di Sci d'erba), Fabrizio Fontanive (terzo al mondiale di Hockey in line), Elda e Licia Piller Hofer (seconde al mondiale di Archery biathlon a squadre), Ilaria Sommavilla (terza in Coppa del mondo di Sci d'erba).
Medaglie di bronzo del Coni: Noeami Batki (campionessa italiana di tuffi sincro 3 metri), Germano Bernardi (quarto nel disco alle Paraolimpiadi), Giuliano Bigarella (Campione italiano bob a 4 su pista naturale), Simone Cappellin (quinto al mondiale di pesca alla trota), Stefano D'Agostini (campione italiano volo tiro di precisione), Ivan Da Pozzo - Diego Da Rin - Alessandro De Michiel - Diego De Michiel (secondi agli europei di bob a 4 su pista naturale), Daniel e Franco Da Rin (terzi all'Europeo bob a 2 su pista naturale), Sandro Del Favero e Igor Olivo (campione italiano bob a 2 e a 4 su pista naturale), Giacomo Kratter (campione italiano snowboard half-pipe), Marina Mosti (campionessa italiana e europea di sci nautico figure e combinata), Silvia Pontil e Daniela Turra (campionesse italiane di calcio femminile), Roberto Rossi (campione italiano di bob a 4 su pista naturale), Chiara Simionato (terza Coppa del mondo pattinaggio di velocità 1000 metri).
Stella d'argento al merito sportivo del Coni: Nilo Riva (Hockey Alleghe).
Premio speciale del Coni: Mattia Rossi.