Studenti modello da applausi


 La mutua Cesare Pozzo 1877 ha festeggiato ieri al Rainerum i suoi studenti modello, quelli che durante l’ultimo anno scolastico hanno terminato con alte votazioni il corso di studi. Si sono distinti 97 ragazzi in tutta la regione, cui sono andati premi in denaro. «La vita si è complicata», commenta l’assessore Luisa Gnecchi, ospite dell’associazione, «e l’istruzione non è più sufficiente per tutta la vita, occorre aggiornarsi costantemente, come sanno bene quei cinquantenni che hanno dovuto imparare a lavorare e convivere con il computer: è giusto quindi stimolare i ragazzi affinché oltre al desiderio di studiare trovino la soddisfazione ai loro sforzi». Ai 40 ragazzi usciti dalle elementari la Cesare Pozzo ha regalato un premio di 30 euro, 60 invece gli euro ottenuti dagli undici studenti che hanno terminato le medie con l’ottimo. Altri 120 euro sono andati ai 23 diplomati almeno con il 90, mentre i 23 neolaureati con 105 o giudizio superiore hanno intascato 200 e 260 euro in base al tipo di laurea. La cerimonia ha offerto anche l’opportunità di riunire i soci per una festa, aperta dallo spettacolo del mago Louis d’Or. L’incontro, divenuto ormai una tradizione, si ripete di anno in anno con un’alternanza tra Bolzano e Trento.
 Nata come istituto per i ferrovieri, nel 1996 l’associazione di mutuo soccorso Cesare Pozzo 1877, una delle più antiche forme di associazione di solidarietà tra lavoratori, si è aperta a tutti gli occupati dei trasporti, sino ad allargarsi recentemente a qualsiasi categoria: in tutt’Italia sono circa ottantamila i soci, cinquemila dei quali in regione (due terzi altoatesini), con un’impennata di iscrizioni negli ultimi anni. «Ultimamente siamo arrivati a 300-350 nuovi soci all’anno», spiega il presidente della sede locale, Pietro Toller, che ricorda che l’associazione «offre un ventaglio di sussidi che vanno dai ricoveri ospedalieri ai sostegni per malattia, decesso ed una infinità di altri aiuti». In più la Cesare Pozzo prevede una tutela legale per i soci, in caso di problemi sul lavoro. «Da alcuni anni si nota una maggiore sensibilità verso la nostra associazione», conclude Toller, «A differenza delle assicurazioni, che pensano al profitto, noi puntiamo a valori più alti quali la solidarietà tra i soci ed il benessere».
 Ecco la lista.
 Elementari (tutti gli iscritti, premio 30 euro): Barchetti Matteo, Barchetti Stefano, Berardini Alexa Teresa, Bez Mirko, Bez Patrick, Tronche Macaire Emmanuel, Bridi Damiano, Corazzola Giulia, Di Matteo Maria Vittoria, Eccher Nicola, Elsler Magdalena, Failoni Romina, Gaye Babacar Ousmane, Bonato Chiara, Leonardelli Sara, Holzknecht Daniel, Longhi Francesca, Merli Elisa, Merlin Valentina, Miori Andrea, Nardelli Lucia, Olivo Alessandro Antonio, Perathiner Julian, Pisoni Sofia, Ranalter Markus, Recla Daniela, D’urso Giovanna, Saggese Michele, Sansoni Chiara, Sartorio Alissia, Scrinzi Giulio, Simeoni Andrea, Telch Fabian, Tiecher Lara, Tovazzi Margherita, Valentini Luca, Visintainer Elia, Fauster Gabriel, Wielander Marion.
 Medie (solo licenziati con l’ottimo, premio 60 euro): Bortolameolli Martina, Falagiarda Martina, Follador Luca, Gaglio Matteo, Ghensi Valentina, Leonardi Paola, Malleier Stefan, Marchiodi Matteo, Micheli Sara, Ranalter Caroline, Varesco Michela.
Superiori (diplomati con il 90 o voto superiore, premio 120 euro): Albarello Andreas, Brugnara Federica, Calliari Elisa, Ceschi Alessandro, Endrizzi Francesca, Falagiarda Michele, Festi Isabel, Gabardi Serena, Gabrielli Elisa, Gelmini Stella, Gerola Elena, Ghensi Paolo, Manti Stefania Iolanda, Mariani Tiziana, Martini Nadia, Massl Manuel, Moskwita Andrea, Munaretto Giulia, Pfeifhofer Christian, Rizzon Julian, Roberto Lombardo Erica, Vincenzi Vanessa, Verber Fabio.
 Università (laureati con il 105 o voto superiore, premio 200 euro per la laurea breve, 260 per la laurea piena): Bergamo Manuel, Campaner Michela, Chieregato Elisa, Dallaserra Luca, Mazzi Marta, Parisi Elisa, Rossi Elena, Bianchi Eleonora, Casagrande Mauro, Ceraso Salvatore, Mele Ornella, Loss Sara, Maino Matteo, Marchegiani Valentina, Mazzocchi Ronny, Pasolli Cristina, Pedrotti Martine, Rivelli Francesca, Rosi Irene, Stringari Claudia, Tarter Ambra, Travaglini Ivonne, Boldrin Benedetta.